Pubblicità

Omosessualità femminile (112232)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 32 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Paola 26

Salve, sono una ragazza di 26 anni, studentessa. Da circa 7 anni sono fidanzata con un ragazzo con cui non ho nessun problema, nè caratteriale, nè sessuale, anzi da quest'ultimo punto di vista è tutto perfetto. A lui ho sempre detto della mia fantasia sessuale, poterlo fare con una donna più grande, bella ed esperta. Il problema però è questo: spesso vorrei che ciò non rimanesse una fantasia e vorrei provare sul serio, anche se mi vergogno e non saprei da dove iniziare, ma lui questo non lo sa. Che cosa devo fare? Lasciare tutto così, lasciando tutto solo una fantasia da condividere con il mio lui (al quale tale fantasia ovviamente non dispiace) o provare a realizzarla? Ma a questo punto se ci provassi non dovrei considerarmi bisessuale? La ringrazio.

Gentile Paola, esistono fantasie sessuali che non si penserebbe mai di mettere in pratica, e fantasie che invece hanno un più forte fondamento nella realtà. La tua vergogna è comprensibile, ma credimi, non c’è niente di cui vergognarsi nel desiderare di fare sesso con una donna. Esiste una scuola di pensiero secondo la quale siamo tutti potenzialmente bisessuali, l’eterosessualità è poi una scelta secondaria. Comunque la si pensi a riguardo, credo non ci sia nulla di male nel provare una curiosità di questo tipo. Non è nemmeno detto che tu sia bisessuale, magari facendo sesso con una donna non proveresti piacere… però sei curiosa di farlo. Il fatto poi che tu riesca a condividere questa fantasia con il tuo ragazzo è molto positivo; parlane con lui, confidagli i tuoi desideri. Da quello che mi dici, tra di voi c’è una forte intesa, magari da parte sua troverai approvazione, e chissà, anche curiosità. Tanti auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 21/01/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

News Letters

0
condivisioni