Pubblicità

Omosessualita (019275)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 34 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Filippo, 22 anni

Salve sono un ragazzo di 22 anni e ho diversi problemi legati alla mia sessualita. Non ho nessun problema legato all'aspetto fisico perche a detta di moltie mi reputano un bellissimo ragazzo ed anche io mi vedo bello,ma comunque. Fin da piccolo ho sempre avuto rapporti di sesso orale con miei coetanei, ma fino ai 17 anni questo era un problema che non mi causava nessun disturbo,ma dopo che non sono riuscito a fare sesso con una ragazza tutto è cambiato, avevo 17 anni,allora pensai che il problema era dovuto alla masturbazione che avevo fatto il pomeriggio prima del rapporto, perche ebbi una perdita di erezione, ma poi questo mi ha segnato anche nei tentativi successivi(ma questa perdita di erezione e avviene solo quando sono lucido, perche una volta mi e capitato di stare sotto l'effetto di alcol e di cannabis ma non ho avuto perdita di erezione,ma comunque non riuscii a completare il rapporto) e quindi da allora evito le situazioni che possono imbarazzarmi soprattuto legato al sesso, cioè anche se sto con una ragazza mi blocco all'idea di non riuscire a fare sesso.e mi sono chiuso in me stesso perche questa situazione non mi fa vivere felicemente la mia vita. Pero con i ragazzi non mi succedde questo problema: da un po di mesi sto insieme ad un ragazzo e riesco benissimmo a fare l'amore con lui, anche se quando lo faccio da passivo ho alcuni problemi perche sia dopo che durante ho come una sensazione di disgusto sia verso me stesso che verso lui, mentre da attivo non provo queste sensazioni, vivo male questa situazione anche perche sò che lui mi ama sul serio e credo di amarlo anche io ma vorrei una vita "normale" sopratutto perche vorrei avere dei figli e a dirla tutta non vorrei creare altri dispiaceri ai miei genitori anche se con loro ho un rapporto stupendo e so di certo che accetterano questa mia diversita. Vorrei sapere questo blocco a cosa è dovuto? E come posso fare nel superarlo!e come posso comportarmi col mio attuale partner quando lo facciamo da passivo? Grazie anticipatamente della risposta saluti fili

Caro Filippo in condizioni mentali alterate riesci a mantenere l'erezione in quanto perdi il controllo delle tue azioni, quando sei lucido il ricordo dell'esperienza negativa pregressa agisce da condizionamento provocando l'insuccesso. Per superare questo impasse i sessuologi, in particolare quelli ad orientamento cognitivo-comportamentale, utilizzano tecniche specifiche. La tua è una sessualità ancora non definita influenzata in modo pregnante da convenzioni familiari e sociali che attribuiscono tanta importanza alla virilità maschile, questo fa si che nel rapporto omosessuale ti senti a tuo agio fin quando hai questo ruolo, quando i ruoli si invertono le tue certezze vengono meno. Rivolgerti ad uno psico-sessuologo potrebbe esserti di grande aiuto. Auguri

(risponde la dott.ssa Assunta Consalvi)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega una persona...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

News Letters

0
condivisioni