Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Omossesualità (103594)

on . Postato in Sessualità | Letto 12 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Beatrice21

Salve, sono studentessa in Scienze dell'educazione. Ho una vita normale,piena di interessi,esco ogni sera con gruppo di amici, amo molto viaggiare (spesso lo faccio), studiare e faccio volontariato, anche se spesse volte vivo momenti di insicurezza e dubbi su me stessa. Da quando ho 13 anni ho dubbi sulla mia omossesualità. Tuttavia questa che definirei una forte attrazione sessuale verso il mio stesso sesso, si manifesta maggiormente, anche se sempre latente, ogni 3 anni nei periodi di passaggio da un ciclo all'altro (3 media,2 superiore,5 superiore,3 anno di università). Nel resto degli anni desidero un ragazzo, ma di solito con scarsi risultati. Ho avuto poche storie di breve durata massimo un mese (la più importante con un ragazzo portoghese,di cui mi ero innamorata) e di solito con ragazzi stranieri. L'ultima mia storia è stata con un ragazzo, che già dalla prima volta che ho incontrato mi è piaciuto (nel periodo etero), poi l'ho rincontrato quest'anno nel suo paese e l'ultima sera, mentre avevamo bevuto siamo stati tutta la notte insieme senza fare sesso, perchè la mia prima volta vorrei farla con una persona che veramente amo, no che forse non rivedrò più, visto che abita in Germania. Mi è piaciuto stare con lui, biaciarlo, starci insieme, sono stata felice ma non ho provato desiderio sessuale, che provo, invece per le donne. Ora provo un doppio desiderio da un lato ho voglia di sperimentare il mio desiderio,frequentando un circolo lesbo o sperimentandolo con una mia amica,che condivide il mio stesso desiderio;dall'altro ho paura che questo mi porti a non soddisfare un altro desiderio,che,è da sempre in me che è quello di amare veramente un uomo.Non lo so forse potrei amare solo una donna visto che l'amore si vive animo e corpo!?Non so forse questo può essere legato ad un difficile rapporto con mia madre o al fatto che da sempre reprimo la mia sessualità e non valorizzo molto il mio corpo o ad una mancanza di una figura materna interna(queste sono parole di una psicologa con cui ho avuto dei colloqui per problemi di insicurezza,verso dicembre quando mi piaceva ancora ii mio amico,innamorato di un'altra).Spero di avere una risposta,che mi faccia capire più o meno come muovermi,grazie in anticipo. Arrivederci

Cara Beatrice, non è sempre necessario fare complicate ipotesi sul motivo di un orientamento sessuale, e non necessariamente questo è dovuto a problemi di identificazione con una figura parentale o con l'altra. Inoltre, vista la sua giovane età è normale che lei provi curiosità sessuale sia nei confronti dei ragazzi che delle ragazze. Mi da un po' da pensare il fatto che il desiderio nei confronti delle donne si acuisca nelle fasi di passaggio, ovvero dalle medie alle superiori, dalle superiori all'università, ecc. Questo potrebbe avere in qualche modo a che fare con un desiderio di regressione; ma dalle poche informazioni di cui dispongo non posso esserne certa. Quello che posso dirle è di stare tranquilla, sperimentare come desidera, non reprimere i suoi desideri né in un verso né nell'altro. Quando avrà spaziato, conosciuto l'amore di una donna e l'amore di un uomo, potrà decidere liberamente quale "strada" prendere. Le faccio molti auguri

(risponde la dott.ssa Serena Leone)

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

News Letters