Pubblicità

Orgasmo e sesso (112180)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 139 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giovanna 32

Gentile Dottore, ho due problemi da sottoporle: il primo riguarda me, cioè da sempre non provo nulla durante i rapporti e dire che mi eccito e provo voglia di farlo, ma al momento pratico... nulla. A volte ho raggiunto l'orgasmo strofinando il clitoride sul mio compagno, ma è faticoso e poco piacevole, e comunque resta il fatto che durante il rapporto non avverto nessun tipo di piacere. Da cosa dipende? C'è qualcosa che posso fare per acquistare sensibilità? A 32 anni non so cosa si prova nel fare l'amore. Il secondo problema riguarda il mio partner, a volte gli capita di non riuscire a raggiungere l'orgasmo, cioè lui si sente di "venire" ma non viene, come se il suo corpo non avesse prodotto lo sperma. Da cosa dipende? Grazie mille.

Cara Giovanna, non mi hai chiarito se non provi nulla nel corso della penetrazione, o nel corso dell’intero rapporto sessuale. Ovvero se ciò che ti manca è una sensibilità a livello vaginale, o ad un livello più generale. Il fatto che anche il tuo compagno stia accusando qualche disturbo nella sfera sessuale mi fa pensare che in qualche modo le due questioni siano incrociate. È possibile che sia un problema di coppia. In casi come questo è opportuno consultare uno psicologo specializzato in sessuologia, per capire quali meccanismi si siano sviluppati tra di voi, se ci siano dei conflitti sottesi, e trovare delle strategie per risolvere il tutto. Molti auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 21/01/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

News Letters

0
condivisioni