Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Orgasmo vaginale(60841)

on . Postato in Sessualità | Letto 110 volte

Tiffany 19 anni, 01.01.2003

E' un anno è mezzo che sto con il mio ragazzo, ci amiamo molto e il nostro rapporto è perfetto...Da circa sei mesi abbiamo rapporti sessuali completi.
Fino a quel momento non avevo mai avuto problemi a raggiungere l'orgasmo tramite stimolazione clitoridea,le nostra intesa sessuale è sempre stata ed è tuttora impeccabile...
Il problema è che durante la penetrazione non riesco a raggiungere l'orgasmo...questa cosa mi rammarica molto, non x l'orgasmo in sè, ma x il fatto che non riesco a provare quello che prova lui e mi dispiace non poter condividere pienamente questi magnifici attimi..emozionalmente sono molto coinvolta, e anche fisicamente provo piacere, e questo mi preoccupa ancora di più...
Io non ho nulla da rimproverare al nostro rapporto, nè su un piano spirituale nè fisico, eppure sto seriamente inziando a pensare che in me c'è qualcosa che non va..è vero che molte donne non hanno mai questo tipo di orgasmo? la ringrazio x la sua risposta.

L'orgasmo è unico e parte sempre dal clitoride sia per la stimolazione diretta, manuale o orale, che per la stimolazione indiretta durante l'atto sessuale ad opera dello sfregamento del pene contro le piccole labbra grazie al movimento in avanti e in dietro all'interno della vagina.
Come avrai potuto notare con l'azione diretta sul clitoride si ha una risposta più immediata ed intensa mentre con quella indiretta l'effetto è meno intenso.
Molte volte prima di riuscire ad avere un orgasmo completamente appagante possono passare anche anni. E' importante che nella coppia si stabilisca molta complicità e che al momento dell'introduzione del pene in vagina l'eccitazione sia molto alta.

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

Belonefobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

News Letters