Pubblicità

Orientamento sessuale (146499)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 51 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Pietro 44

Gentili dottori, a prescindere dalla mia esperienza personale, che mi riservo di trattare in maniera dettagliata in un colloquio psicologico, vorrei sapere se in generale la scienza psicologica considera il fatto che uno in tutta la sua vita si sia masturbato esclusivamente con fantasie di rapporti omosessuali, ma nella realtà abbia avuto solo rapporti etero, sposandosi, facendo figli e vivendo una vita sessuale e affettiva appagante con la propria moglie senza alcun disagio, sia comunque indice di un orientamento omosessuale. In altre parole, la scienza psicologica ritiene a priori che la sessualità "libera" cioé quella masturbatoria, sia quella vera e che quella effettivamente vissuta sia solo una finzione per non accettare la propria natura? Grazie per la risposta. Cordialità 

 

Caro Pietro, capita molto spesso di incontrare nella fantasia parti del sè non vissute e succede altrettanto che immaginare spesso è un momento comunque appagante. E' tutto molto sfumato e non costituisce a tutti i costi una zona d'ombra o un danno collaterale in un contesto di una vita convenzionale. Il problema c'è in realtà quando e dove scattano la sofferenza e il disagio. Nella masturbazione si prova un'emozione senza un vero vissuto d'accoglienza dell'altro e quindi, più che definirla seguendo un parametro di libertà, bisogna valutarla partendo proprio dal vuoto dell'altro riempito di sè e solo di sè in una sorta di sacca narcisistica autoappagante senza rifiuti, ma senza realtà. E' come se ci fosse una strana forma di castrazione, se vogliamo, o inibizione  ben celata di un desiderio legato a remoti frammenti inconsci in una sorta di sdoppiamento delle immago. Certo una distonia comportamentale, quasi una scissione, in una dicotomia sessuale come descritta non si può non notare. Forse bisognerebbe partire da questo e da una storicizzazione  e ricostruzione delle esperienze affettive che hanno portato a quella storia e a quei pensieri. E questo la psicologia consente di farlo.

(Risponde la Dott.ssa Lucia Daniela Bosa)

Pubblicato in data 08/02/2011
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano diSessualitàper saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

News Letters

0
condivisioni