Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Orientamento sessuale (162569)

on . Postato in Sessualità | Letto 10 volte

Luigi, 17

 

Gentile Dottore,
sono un ragazzo di 18 anni e mi piacerebbe avere delle delucidazioni per un "problema". Io credo o meglio ho la quasi certezza di provare attrazione per ragazzi del mio stesso sesso. Non ho mai avuto esperienze ne' con ragazze e ne' con ragazzi. Premetto di essere stato invaghito per 3 anni per una ragazza(la quale ora e' la mia migliore amica) che mi ha sempre respinto sentimentalmente. Ora non provo niente neanche per lei ma solo una profonda stima. Pero' gia' dalle scuole medie, a causa del mio modo di essere molto rigoroso,educato, alunno modello, ero stato etichettato da un gruppo di bulli, come "gay" e questo mi ha segnato profondamente, facendomi sentire inadeguato,insicuro, vergognoso.. e facendomi perdere autostima. Ora, da un po' di mesi, ho maturato l'idea di essere omosessuale perche' mi sono accorto, conoscendo un ragazzo intellegente, brillante culturalmente e anche bello, ho provato molta ammirazione, identificazione e poi attrattazione al punto di sentirmi eccitato. Cio' non mi succede con le ragazze con le quali ho un buonissimo rapporto di amicizia, anzi loro quando hanno un qualsiai problema, si confidano con me. Non mi sono mai piaciuto anche se gli altri affermano l'esatto contrario, anzi solo ultimamente mi ssto accettando. Spesso mia madre notava che le ragazze mi guardavano ma io rimanevo indifferente.Ora non so se a quest'eta' abbiamo un orientamento sessuale definito o se cio' puo' essere una fase di passaggio o se proviene da qualche disturbo che potrebbe essere debellato. Potrebbe essere la mia una sorta di identificazione, data l'insicurezza sulla mia fisicita'. Il punto è, che mi sto allontanando dal mio gruppo di amici, oerchè mi sento inadeguato, mentre con le mie amiche ho buoni rapporti di amicizia. Ne ho parlato del problema con un'amica e con la mia famiglia, non so se sua stato prematuro farlo, dandomi delle etichette che nn mi appartengono. Loro adesso mi vogliono portare da uno psicologo, ma con molta serenità, anche se so che per loro è un dolore enorme, essendo l'unico figlio che hanno. Comunque io ora che ne ho parlato mi sento più rilassato! Non sono affato effeminato, anzi sono esteticamente molto macho!La ringrazio anticipatamente.

Caro Leonardo,
essere coppia stabile, cioè avere una ragazza con la quale ho dei rapporti, masturbarsi come viene descritto non è cosa semplice poiché nascono in te fantasie da analizzare e decifrare poiché si può trattare di parafilie non altrimenti specificate. Come consiglio iniziale devi riflettere sulle motivazioni che ti spingono a masturbarti con frequenza avendo anche una vita sessuale soddisfacente con la ragazza. Inoltre consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a elaborare i tuoi pensieri. Auguri

 

(Risponde la Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 15/07/2013

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

News Letters