Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Orientamento sessuale (162569)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 38 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Luigi, 17

 

Gentile Dottore,
sono un ragazzo di 18 anni e mi piacerebbe avere delle delucidazioni per un "problema". Io credo o meglio ho la quasi certezza di provare attrazione per ragazzi del mio stesso sesso. Non ho mai avuto esperienze ne' con ragazze e ne' con ragazzi. Premetto di essere stato invaghito per 3 anni per una ragazza(la quale ora e' la mia migliore amica) che mi ha sempre respinto sentimentalmente. Ora non provo niente neanche per lei ma solo una profonda stima. Pero' gia' dalle scuole medie, a causa del mio modo di essere molto rigoroso,educato, alunno modello, ero stato etichettato da un gruppo di bulli, come "gay" e questo mi ha segnato profondamente, facendomi sentire inadeguato,insicuro, vergognoso.. e facendomi perdere autostima. Ora, da un po' di mesi, ho maturato l'idea di essere omosessuale perche' mi sono accorto, conoscendo un ragazzo intellegente, brillante culturalmente e anche bello, ho provato molta ammirazione, identificazione e poi attrattazione al punto di sentirmi eccitato. Cio' non mi succede con le ragazze con le quali ho un buonissimo rapporto di amicizia, anzi loro quando hanno un qualsiai problema, si confidano con me. Non mi sono mai piaciuto anche se gli altri affermano l'esatto contrario, anzi solo ultimamente mi ssto accettando. Spesso mia madre notava che le ragazze mi guardavano ma io rimanevo indifferente.Ora non so se a quest'eta' abbiamo un orientamento sessuale definito o se cio' puo' essere una fase di passaggio o se proviene da qualche disturbo che potrebbe essere debellato. Potrebbe essere la mia una sorta di identificazione, data l'insicurezza sulla mia fisicita'. Il punto è, che mi sto allontanando dal mio gruppo di amici, oerchè mi sento inadeguato, mentre con le mie amiche ho buoni rapporti di amicizia. Ne ho parlato del problema con un'amica e con la mia famiglia, non so se sua stato prematuro farlo, dandomi delle etichette che nn mi appartengono. Loro adesso mi vogliono portare da uno psicologo, ma con molta serenità, anche se so che per loro è un dolore enorme, essendo l'unico figlio che hanno. Comunque io ora che ne ho parlato mi sento più rilassato! Non sono affato effeminato, anzi sono esteticamente molto macho!La ringrazio anticipatamente.

Caro Leonardo,
essere coppia stabile, cioè avere una ragazza con la quale ho dei rapporti, masturbarsi come viene descritto non è cosa semplice poiché nascono in te fantasie da analizzare e decifrare poiché si può trattare di parafilie non altrimenti specificate. Come consiglio iniziale devi riflettere sulle motivazioni che ti spingono a masturbarti con frequenza avendo anche una vita sessuale soddisfacente con la ragazza. Inoltre consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a elaborare i tuoi pensieri. Auguri

 

(Risponde la Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 15/07/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

News Letters

0
condivisioni