Pubblicità

Ossessioni e compulsioni sessuali (011642)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 28 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Victor,30 anni

Gentile dottore premetto che sono un soggetto già diagnosticato come ossessivo (quasi del tutto)e compulsivo (molto poco) con alcuni episodi (due in particolare durati anni) risoltisi quasi del tutto (uno spontaneamente ed uno con farmaci e psicoterapia). Da più di un'anno è insorta una forma di dipendenza da due fantasie sessuali estreme ossia sesso con donne anziane e zoofilia.Paradossalmente (nella realtà) mi fa ribrezzo avere una vecchia vicino e non sopporto nemmeno l'odore degli animali (da cui spesso mi allontano e quasi mi spaventano). Nella fantasia invece immagino questo genere di rapporti e provo piacere guardando video (ne ho noleggiato molti) dei generi citati ed anche andare sui vari siti internet o sui forum specifici del settore lasciando commenti particolarmente estremi. Questa era una compulsione alla quale mi era impossibile sottrarmi e mi dava piacere sessuale, arrivando all'orgasmo (come con i video).Era come se qualcosa di più forte si impadronisse di me,senza che potessi controllarlo in alcun modo. I forum garantiscono l'anonimato e non forniscono l'e-mail sul profilo virtuale,ma la paura che qualcuno (che mi conosce) leggendo i messaggi a carattere sessuale che ho scritto, possa risalire a me, al mio ID, (alla mia mail, ecc...) sta creando in me uno stato d'ansia...che mi sta uccidendo!Come mi giustificherei se mi scoprissero? Mi aiuti la prego...ho paura d'impazzire!Vorrei cancellare tutto ciò che ho fatto (che poi è stato solo fantasia mentale e scritta).
Vorrei una vita normale con una ragazza da amare,senza tutti questi problemi.Ricordo che sono giunti particolarmente quasi subito dopo un mio fallimento sentimentale.Non sono mai riuscito a costruire una famiglia, vorrei vivere come tutti gli altri cancellando queste cose terribili che non farei mai (fortunatamente la compulsione sembra non arrivare a tanto).

Gentile victor, dalla sua richiesta non è chiaro se il suo problema sia quello di essere scoperto da qualcuno della sua doppia vita oppure se la sua sia una ricerca di una vita sessuale più "normale", una famiglia etc.
E' fondamentale fare un po' di chiarezza da questo punto di vista magari riprendendo la psicoterapia per capire quelle che sono le sue vere esigenze, malgrado le perversioni di cui parla, e quello che socialmente le viene richiesto.
Buon lavoro

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologiaper saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega una persona...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

News Letters

0
condivisioni