Pubblicità

Perversione sessuale (61502)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 73 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Qualunque, 48 anni, 24.01.2003

Difficile porre una domanda perche mi sento molto confusa...
IL FATTO: ho un rapporto da oltre due mesi con un uomo più giovane di me. Trascorriamo dei bei momenti insieme, di chiacchiere, di teatro, di ristorantini, di shopping e di serate a casa sua dove, fra musica ed atmosfera, sto molto bene.
E' un uomo 40enne particolarmente intelligente e colto che ne ha fatto però il fulcro della sua esistenza...vuole sempre "dimostrare" di sapere tutto ( e lo sa in effetti) quasi parossisticamente.
Mi cerca tutti i giorni e vorrebbe vedermi tutte le sere, e che restassi a casa sua a dormire con lui, cosa che non sempre concedo. Ma il problema sta nel rapporto sessuale...abbiamo dei rapporti lunghi, giocosi,intensi ma...la penetrazione è solo un passaggio molto breve per lui!
Nel senso che fa di tutto e a lungo ma l'eiaculazione è solo esterna e dopo deve spalmarmi ovunque il suo sperma.
Inizialmente pensavo fosse dovuto al fatto che non può usare protezioni in quanto ha un rapporto di ore e quindi per sicurezza sta fuori, ma dopo tanto tempo ho qualche perplessità...infatti ha proposto anche uso di semplici strumenti di piacere quali due palline e similari che mi son rifiutata di far usare, sentendomi apostrofare come "inibita". Ma Io sono per l'atto sessuale piuttosto tradizionale anche se col mio uomo mi lascio andare e non mi sento affatto inibita... ma questa persona mi mette parecchi dubbi ed ora anche tensioni. Pensate sia un perverso? Che abbia qualche problema? Soffre di depressione...forse è qs il motivo per cui cerca di stimolarsi mentalmente? Oppure mi "usa" come la classica donna-cloaca (intesa come figura psicologica)?
Non so più cosa pensare, ma soprattutto cosa fare...dovrei allontanarlo? Premetto che non ha mai cercato di obbligarmi perchè è del parere che qs cose si facciano in due ma...continua a proporre alternative al rapporto interno. Come dovrei comportarmi? Non so nemmeno se prova sentimenti o ha solo bisogno di me in qs momento.....caspita ma com'è difficile!!!!

Cara signora dal punto di vista sessuale la persona in questione sembrerebbe essere un eiaculatore precoce che ha saputo compensare molto bene la sua sintomatologia.
Se fare sesso in questo modo non l'appaga o le crea disagio dovrebbe avere la libertà di parlargliene liberamente.
Nella lettera riferisce che il suo partner è un sostenitore della condivisione delle scelte sessuali pertanto, forte di questo, non dovrebbe avere difficoltà a spiegargli lo stato di malessere che questo tipo di approccio sessuale le procura.
Per decidere se continuare questa storia deve attendere l'evolversi dei fatti dopo che gli avrà parlato.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Frustrazione

La frustrazione può essere definita come lo stato in cui si trova un organismo quando la soddisfazione di un suo bisogno viene impedita o ostacolata. Rappresen...

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Disturbo Schizotipico di Perso…

L'individuo con Disturbo Schizotipico di Personalità presenta tratti di stranezza, eccentricità, così come un marcato e persistente isolamento sociale. Il dist...

News Letters

0
condivisioni