Pubblicità

Pornodipendente? (112406)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 85 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Claudio 20

Buonasera, da un pò di tempo a questa parte sono ossessionato da un discorso al quale non so trovare una risposta: la pornodipendeza! Io sono un ragazzo di 20 anni con un rapporto affettivo che dura ormai da 1 anno e 8 mesi, ma non con un regolare rapporto intimo (non per mancanza di voglia, ma solo per mancanza di opportunità di fare sesso con la mia compagna a causa di studio e nessun posto isolato). Pertanto, io sono propenso a masturbarmi a casa anche una volta al giorno (molto spesso anche due), un pò per noia e perchè non trovo niente di meglio da fare e un pò perchè avendo Internet continuo ad andare su siti pornografici gratuiti a cercare foto e video. Questo però si verifica nell'atto stesso della masturbazione che non dura ore e ore, ma al massimo una mezzoretta! Mi è capitato, a volte, di non avere molta voglia di fare sesso con la mia fidanzata o di masturbarmi la sera dopo un soddisfacente rapporto... Guardare e cercare immagini pornografiche mi diverte (come una ricerca di immagini di moto per un appassionato dei motori) e l'atto della masturbazione a volte è solo il culmine! La masturbazione a volte la vedo come un passatempo, ma sono preoccupato da questa cosa, in quanto credo che 1 o 2 volte al giorno siano troppe e la mia continua ricerca di materiale pornografico sia una dipendenza (infatti non riesco a fare a meno di frequentare tre o quattro siti per verificare aggiornamenti vari). Volevo anche chiedere come è possibili far finire radicalmente questa cosa... non senza masturbazione che comunque credo che fatta ogni tanto sia distensiva e riguardi un rapporto che ognuno ha col suo corpo... ma smettere di essere ossessionato dalla pornografia e smettere di masturbarmi 1/2 volte al giorno... Spero mi aiuterete! Grazie.

Caro Claudio, mi sembra che i quesiti che mi poni siano due, e di natura alquanto diversa. Per quanto riguarda la masturbazione, credo che ognuno conosca i propri bisogni, e quindi ci può essere una persona che ricorre all’autoerotismo di rado ed è soddisfatta così, e ci può essere una persona che ha bisogno di praticarlo più spesso. In nessuno dei due c’è qualcosa di anomalo, sono solo bisogni diversi. Per quanto riguarda invece quella che tu definisci pornodipendenza, il discorso è diverso. Se la tua ricerca di siti hard su internet serve solo a darti degli spunti di fantasia, credo non ci sia niente di male, se invece il navigare su siti a carattere pornografico sta diventando per te un’attività fine a sé stessa, e sulla quale senti di perdere il controllo, forse è il momento di farsi aiutare. Questo tipo di dipendenza ha i medesimi meccanismi, e purtroppo la medesima potenziale gravità di tutte le altre dipendenze, quella da droga o da alcool, per esempio, e va quindi affrontata con strumenti specifici. Ti consiglio di rivolgerti ad uno psicologo-psicoterapeuta esperto nell’ambito, e capire con lui che cosa fare. Molti auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 1/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

dipendenza da shopping

La sindrome da acquisto compulsivo è un disturbo del controllo degli impulsi che indica il bisogno incoercebile di fare compere, anche senza necessità, ed è anc...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

News Letters

0
condivisioni