Pubblicità

Pornodipendenza (065581)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 50 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

P 23 anni, 20.07.2003

Ciao,scrivo dopo mesi di sofferenza e di frustrzione dovuti a questo mio problema.Pornodipendenza..ore ed ore su internet alla ricerca di materiali sempre più sconci,che mi diano, quando volglio, stimolo sempre maggiore.
Ho preso coraggio perchè finalmente ho letto un articolo sull'argomento che mi ha fatto capire che non sono l'unico, anzi! Pornodipendenza, inutile che vi dica quante volte, schifato di quello che mi succedeva, ho giurato a me stesso che non avrei ricominciato.
Comincio a depreimermi e comincio a pensare che i problemi di coppia che prima aumentavano la mia pornodipendenza, ora siano duvuti proprio ad essa.
La mia storia dura da più di 4 anni; oltre al lato sentimentale dove va tutto ok, dal lato sessuale si sentono problemi di affiatamento che prima d'ora non c'erano.. mi sembra di esprimere un lato più animale che sentimentale nel nei nostri rapporti..me ne accorgo perchè la mia ragazza F. spesso non si sente a suo agio quando ci accingiamo a farlo e pe nso proprio che sia tutto dovuto ai miei desideri sessuali sempre più estroversi e fin troppo disinibiti..
Ho letto in articoli che trattavano appunto la pornodipendenza, che un aiuto e una possibile cura porterebbe il coinvolgimento della famiglia, perchè solo grazie ad essa il problema può venire sconfitto. Mi farei anche aiutare ma questo coinvolgimento mi turba ancor più!! Se mi potete consigliare ve ne sarei grato. Saluti P.

mio caro la pornodipendenza via internet è un male dei nostri giorni che sta dilagando a macchia d'olio.
Il consiglio che posso darti è quello di rivolgerti ad un centro per le dipendenze sessuali quali il Cedis o il Silpac.
La sede del Cedis si trova a Roma in Via Arbie 3 presso la clinica "Villa Domelia", dell'altro l'indirizzo non conosco.
Puoi cercarlo tramite internet o via telefono. Loro sapranno indicarti dove poterti rivolgere. Auguri
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

News Letters

0
condivisioni