Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Presunta omosessualità (142247)

on . Postato in Sessualità | Letto 4 volte

Marco 23

Salve. Ho 23 anni e ancora non capisco se mi piacciono le donne o gli uomini. Sono stato con 2 ragazze. Con la prima a 18 anni per circa 3 mesi e con la seconda l'anno scorso per circa un anno. Le ritenevo carine, però in entrambi i casi non mi eccitavo sessualmente e non sono riuscito a fare sesso. Riuscivo solo a masturbarmi, ma comunque non pensando a me con loro. Premetto che dai tempi della scuola media mi sentivo attratto da altri uomini specialmente piu grandi, tipo quelli muscolosi e pelosi (ci rivedo mio padre forse è una mancanza d'affetto che ho sempre sofferto nei suoi confronti). Quando mi masturbo immagino questi uomini reali o irreali che fanno sesso con donn, ma non immagino me con una donna. Se mi trovo a parlare con un uomo, però, sento una specie di repulsione come se stessi parlando verso una persona che ha le mie stesse caratteristiche sessuali e "rifuggo". Sono un tipo un pò insicuro e non riesco a capire se questa attrazione verso gli uomini  è un modo per sfuggire all' insicurezza o se è reale. Cosa ne pensa? Grazie!!

Caro Marco, sei confuso non c'è dubbio e forse la sessualità è un modo per vedere l'indecisione e l'ambivalenza che hai dentro e che certo ha bisogno di essere risolta. Chi sei e dove stai andando dipende da te, ma anche dal tuo passato. La tua mancanza di un punto di riferimento paterno non è da sottovalutare per il dolore procurato e per la carenza di un modello adeguato. In questo non sapere cosa desideri e chi sei c'è sicuramente una grande angoscia di crescita, come se non riuscissi a definirti da una parte e non riuscissi a diventare grande dall'altra, quasi in una posizione infantile, quella del "far finta"(3, 4 anni per intenderci) in cui i bambini giocano con una sedia come se fosse un carro armato e non  si capisce bene dov'è l'immaginario e dov'è la realtà.E' in quella fase che il bambino si sperimenta, internalizza gli strumenti per poter procedere da solo e quindi separarsi e individuarsi, avviandosi a diventare grande e ad essere qualcuno. Ed è in quella fase che sembri un pò inceppato, in un momento in cui il bambino può essere tutto e il contrario di tutto, ma è fondamentalmente asessuato e deve ancora identificarsi. Forse il problema non è chi è il tuo vero partner, ma chi sei tu. Dovresti provare a ritrovarti.

(Risponde la Dott.ssa Bosa Lucia Daniela)

Pubblicato in data 11/02/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters