Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Presunta omosessualità adolescente (129328)

on . Postato in Sessualità | Letto 9 volte

Daniela 54

Ho una figlia di 17 anni che ritiene di essere lesbica, l'ho saputo leggendo per caso un suo diario che mi è capitato tra le mani. In passato ha avuto qualche flirt con ragazzi della sua età. Ora pare che da un anno senta questa attrazione verso il suo sesso e pur non rinnegando la sua femminilità, che anzi esalta con abbigliamento, danza del ventre, ecc., immagina atteggiamenti e comportamenti maschili nei confronti di ragazze. Dagli scritti si desume che nell'ambito delle amicizie scolastiche abbia avuto semplicemente qualche scambio di baci e che la cosa le abbia fatto piacere e desiderare di andare oltre. Ha rivelato a qualche amica/o di questa sua "diversità" con molto timore. Ora pare sia innamorata di una ragazza che lei definisce lesbica e la cui conoscenza è però molto iniziale. Io vorrei sapere: 1 - se a questa età è normale avere tali dubbi. 2 - come devo comportarmi, visto che so, ma ufficialmente non so. 3 - se devo lasciarle fare queste esperienze o se è meglio mettere un fermo, 4 - visto che dalla lettura mi appariva angosciata all'idea che venissimo a saperlo, se ho fatto bene prendere il discorso alla larga prendendo spunti da articoli,ecc. per farle capire che non ci sono condanne verso queste forme di affettività, ma che alla sua età sarebbe meglio non etichettarsi, ma semplicemente fare esperienze che non lascino conseguenze. sono molto in ansia, perchè sento che il mio rapporto che era di assoluta fiducia nei suoi confronti, sta cambiando, le voglio bene, voglio che sia felice, comunque siano le sue scelte, ma non voglio avere il peso di non aver fatto qualcosa che dovrei fare. grazie per l'aiuto che vorrete darmi, passo notti insonni e con crisi di panico anche perchè mio marito soffre da anni di depressione e non voglio parlargli di questo. temo anche che proprio questa malattia di mio marito di questi ultimi cinque anni possa essere la causa di quanto sopra.

Cara Daniela, per un genitore di qualsiasi estrazione e cultura scoprire che il proprio figlio o figlia sia gay o lesbica è sempre un momento difficile da superare poichè siamo vissuti e cresciuti nell'esaltazione dell'eterosessualità. Il mio consiglio è quello di accettare ciò che la figlia decide di fare per quanto riguarda i suoi comportamenti e orientamenti sessuali, anzi la miglior cosa e confrontarsi e parlare, senza timore e giudizi negativi che possono mettere in difficoltà la vostra relazione. Se la ragazza vuol avere maggior chiarezza, ma da quanto si evince la sua scelta la fatta e l'età è quella giusta, consultare uno psicologo psicoterapeuta non può che fare più chiarezza. Ma anche la mamma per non cadere in pensieri negativi e correre il rischio di compromettere la relazione di fiducia con la figlia un consulto da uno psicoterapeuta non sarebbe altro che raggiungere serenità e accettazione di questa nuova relazione. Auguri.

(risponde il Dott.Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 19/12/08
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

News Letters