Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problema con le donne (14540)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 21 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea, 24 anni

Salve, ho 24 anni e fin ora non ho mai avuto una ragazza e quindi mai un rapporto sessuale. Questo mi sta creando un po' di disagio specialmente dall'anno scorso. Quando trovo una ragazza che mi piace ho come un blocco non riesco a parlare e dire niente. E questo succede anche se so di piacere alla ragazza di fronte a me. Un esempio. Io faccio il portalettere. Tempo fa consegnavo la posta in un bar dove lavorava una ragazza e avevo capito che le piacevo. Però a parte il saluto non riuscivo a dirle altro. Io avevo perso la testa per lei ma non sono riuscito a dirle cosa provavo. Anke adesso se ci ripenso mi mangerei le mani. Da piccolo ero abbastanza bruttino ora che sono cresciuto sono cambiato e vedo ke piaccio alle ragazze. Non mi manca niente. Però penso che sia una paura di essere rifiutato o proprio una paura delle donne. Non so come risolvere questo problema. Inoltre come ho detto all'inizio non ho mai avuto un rapporto sessuale e non so per quanto posso resistere ancora. Ho pensato di andare da una prostituta ma non credo sia la soluzione giusta perchè mi creo dei problemi in quanto nel caso dovessi trovare una ragazza e venisse a saperlo avrei paura che mi respingerebbe. Vi ringrazio per il tempo dedicato.

Gentile Andrea, in effetti, al di là di possibili considerazioni “morali” andare con una prostituta nella sua situazione non è una buona idea. Questo si faceva cinquant'anni fa (o anche di più) per arrivare più “preparati” alla prima volta, dato che per pregiudizio gli uomini dovevano necessariamente dare una prestazione. Adesso per fortuna non è più così: le donne non si aspettano una prestazione e gli uomini sono più disponibili a mostrare le proprie debolezze ed insicurezze. La sua, mi pare, è una forma di timidezza piuttosto forte, che le crea un notevole disagio. E sarebbe inutile dirle di sforzarsi, di superare la barriera che le impedisce di parlare. Credo invece che le porterebbe un maggior beneficio indagare a fondo su questi suoi blocchi, capire da dove vengono....e anche dove mirano. Potrebbe essere paura del rifiuto, o del sesso femminile in generale, ma potrebbe anche essere paura del successo. Se lei tende a svalutarsi, la paura del successo è una delle cose più paralizzanti che ci siano. Molti auguri

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

News Letters

0
condivisioni