Pubblicità

Problema con le donne (14540)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 162 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea, 24 anni

Salve, ho 24 anni e fin ora non ho mai avuto una ragazza e quindi mai un rapporto sessuale. Questo mi sta creando un po' di disagio specialmente dall'anno scorso. Quando trovo una ragazza che mi piace ho come un blocco non riesco a parlare e dire niente. E questo succede anche se so di piacere alla ragazza di fronte a me. Un esempio. Io faccio il portalettere. Tempo fa consegnavo la posta in un bar dove lavorava una ragazza e avevo capito che le piacevo. Però a parte il saluto non riuscivo a dirle altro. Io avevo perso la testa per lei ma non sono riuscito a dirle cosa provavo. Anke adesso se ci ripenso mi mangerei le mani. Da piccolo ero abbastanza bruttino ora che sono cresciuto sono cambiato e vedo ke piaccio alle ragazze. Non mi manca niente. Però penso che sia una paura di essere rifiutato o proprio una paura delle donne. Non so come risolvere questo problema. Inoltre come ho detto all'inizio non ho mai avuto un rapporto sessuale e non so per quanto posso resistere ancora. Ho pensato di andare da una prostituta ma non credo sia la soluzione giusta perchè mi creo dei problemi in quanto nel caso dovessi trovare una ragazza e venisse a saperlo avrei paura che mi respingerebbe. Vi ringrazio per il tempo dedicato.

Gentile Andrea, in effetti, al di là di possibili considerazioni “morali” andare con una prostituta nella sua situazione non è una buona idea. Questo si faceva cinquant'anni fa (o anche di più) per arrivare più “preparati” alla prima volta, dato che per pregiudizio gli uomini dovevano necessariamente dare una prestazione. Adesso per fortuna non è più così: le donne non si aspettano una prestazione e gli uomini sono più disponibili a mostrare le proprie debolezze ed insicurezze. La sua, mi pare, è una forma di timidezza piuttosto forte, che le crea un notevole disagio. E sarebbe inutile dirle di sforzarsi, di superare la barriera che le impedisce di parlare. Credo invece che le porterebbe un maggior beneficio indagare a fondo su questi suoi blocchi, capire da dove vengono....e anche dove mirano. Potrebbe essere paura del rifiuto, o del sesso femminile in generale, ma potrebbe anche essere paura del successo. Se lei tende a svalutarsi, la paura del successo è una delle cose più paralizzanti che ci siano. Molti auguri

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola faccio f...

Fobie paranoie (1579177546962)

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo t...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55 , 20 anni Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi per il servizio che offrite. Sono una ragazza di 20 anni. Non ho un partner fisso...

Area Professionale

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

Eiaculazione precoce

Può essere definita come la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare il controllo volontario sull'eiaculazione. L’eiaculazione precoce consis...

News Letters

0
condivisioni