Pubblicità

Problemi ad amare (52294)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 55 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Piero, 24 anni, 1.09.02

Vorrei avere un vostro parere su questo problema: Sono un ragazzo di 24 che ha problemi ad amare ossia non riesce a concepire una relazione in modo costruttivo e finalizzato a qualcosa di crescita delle persone a livello affettivo e personale,ho troncato rapporti che erano importanti per me per il semplice fatto che conoscevo un'altra ragazza, mi innamoro troppo facilmente e i dolori e sofferenze mi creano solo bastardaggine dentro di me e freddezza. Datemi il vostro parere voglio capire se ho dei problemi. Grazie Piero

Ciao Piero, anche se tu lo esprimi con poche parole il problema che descrivi sembra, invece, piuttosto difficile da affrontare. La difficoltà ad impegnarti in una relazione in maniera costruttiva è forse legata ad una paura di sentirti fragile all'interno del rapporto rispetto all'altra persona man mano che quest'ultima entra sempre più approfonditamente nella tua vita. Quando scatta il campanello d'allarme allora si cambia ragazza. La "bastardaggine" di cui parli forse è un modo di difenderti da qualcosa che avverti come un pericolo per te ma è anche qualcosa che ti impedisce di entrare davvero in contatto con le persone e di arricchirti e crescere attraverso questi rapporti. Possono esserci molte ragioni che ti hanno portato a questo atteggiamento ma visto che ora lo senti come un problema forse è arrivato il momento di capire cosa c'è dietro questa tua paura così da poterla anche superare. Potresti considerare la possibilità di rivolgerti ad uno psicologo della tua città che possa aiutarti a comprendere meglio le tue emozioni e le tue paure oppure cerca di soffermarti sulle ragioni che ti spingono ad allontanarti da persone che per te sono importanti. Non è impossibile innamorarsi di qualcunaltro quando si ha già un partner, ma se questo accade sistematicamente allora diventa indicativo di qualcosa che ci mette in difficoltà, che ci spinge alla fuga e dobbiamo domandarci cosa sia. Cerca di guardare dentro di te e di accettare le tue paure, tutti ne abbiamo.

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Articolo 1 - Codice Deontologi…

Iniziamo il lungo viaggio fra gli articoli del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani con il commento all'articolo 1, a cura di Catello Parmentola e di El...

Le parole della Psicologia

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una concezione dell’analisi come...

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

News Letters

0
condivisioni