Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi ad avere rapporti completi (100225)

on . Postato in Sessualità | Letto 8 volte

Claudia 21

Buongiorno dott.ssa, sono una ragazza di 21 anno da 3 anni sono fidanzata con il mio ragazzo.. abbiamo fatto l'amore per la prima volta ad agosto del 2004; io ho sentito molto male e forse da allora sono rimasta un po' bloccata! Premetto che eravamo da soli... tranquilli.. senza fretta, prendevo gia' la pillola quindi nn avevamo timore di un eventuale gravidanza! pero' per quanto rilassata ho avvertito molto male!e da allora nn riusciamo ad avere rapporti completi: lui entra poco poco (e io sento molto male, da nn riuscire a continuare) o riesce neppure ad entrare!!! Ho fatto una visita dal ginecologo, mi ha detto che a livello fisico è tutto ok e che l'imene è rotto parzialmente. Ho parlato con una sessuologa/psicologa ma mi detto che nn subìto blocchi da piccola... nn so che fare!!! E poi devo anche dirLe che nn mi sn quasi mai masturbata, solo qualche volta cn un cuscino; quindi nn conosco bene il mio corpo! Non ne ho mai sentito la voglia e il bisogno! Io amo da morire il mio ragazzo e ho una voglia incredibile di lui, di fare l'amore con lui, di sentirci una cosa sola! e quando lui mi tocca, mi fa del sesso orale, si struscia, mi accarezza io provo molto piacere... ma nn riusciamo ad avere rapporti! Io prendo la pillola e ho notato anche che la lubrificazione è pari a 0! La prego mi aiuti!!!!!!! Ho bisogno di supporto, di consigli! Grazie!!

Cara claudia, non ho ben capito che cosa le ha detto la psicologa, ma mi sembra di intuire che invece è riuscita a fare la visita ginecologica giusto, questo escluderebbe un eventuale vaginismo. Per quale ragione prende comunque la pillola senza avere rapporti? Quello che vorrei capire è se la penetrazione non è proprio possibile in nessun modo, neanche mettendo un dito suo o del suo ragazzo, oppure si tratta di un dolore fisico successivo a tutto ciò che lei non riesce a controllare e che le impedisce di andare avanti. Inoltre quello che mi dice sulla sua sessualità e sul conoscere poco il suo corpo potrebbe essere legato al suo problema anche se non è mai troppo tardi e potrebbe cominciare a darsi piacere da sola esplorandosi per poi farlo anche con il suo ragazzo. E' importante parlarne con degli specialisti quindi contatti ancora sia il ginecologo che il sessuologo per approfondire sia le eventuali cause organiche che psicogene, per esempio si faccia consigliare un gel o una crema vaginale per la secchezza, questo vi aiuterebbe a lubrificare meglio, spesso il dolore può essere collegato anche a questo, per quanto riguarda eventuali dinamiche legate al suo passato queste potrebbe approfondirle con lo psicologo. Vi sono quindi molteplici soluzioni al suo problema, una volta inquadrato esattamente di cosa si tratta con una buona motivazione e una buona intesa di coppia di sicuro ce la farete, spero di averla aiutata almeno in parte.

(risponde la Dott.ssa Benedetta Mattei)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

matrimonio, figli, amante (151…

tosca, 35     Sono una donna sposata da solo un anno, ma la relazione dura da circa 10 anni. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

Longininfismo

Carattere degli organi sessuali femminili determinato da un grande sviluppo delle piccole labbra (o ninfe), le quali protendono all’esterno delle grandi labbra ...

News Letters