Pubblicità

Problemi con l'altro sesso (106843)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonimo 28

Salve, sono un ragazzo di 28 anni e credo di avere seri problemi col sesso femminile. Alla mia età non ho mai avuto una ragazza e non ho mai avuto un rapporto sessuale. Premetto che non ho mai avuto probblemi a conoscere ragazze, riesco a diventare loro amico (forse anche troppo), ma quando mi piace una ragazza cambio subito atteggiamento. Non riesco a essere me stesso, mi pongo migliaia di probblemi su tutto quello che dico e che faccio, non riesco più a scherzare con loro, non sono mai riuscito a farmi avanti e dichiarare quello che provo per loro. Ho un grandissimo blocco mentale, lo ammetto e me ne accorgo, ma non riesco a sbloccarmi. Mi faccio schifo da solo e da un pò di tempo credo di essere caduto in una forma di depressione. Aiutatemi, vi prego.

Non esiste una specie di protocollo cronologico degli incontri, ogni persona ha i suoi tempi e le sue disponibilità. Il problema che tu evidenzi, in realtà ne nasconde un altro e cioè che, aldilà di un'apparente propensione verso l'altro, c'è ancora una sorta di recalcitranza adolescenziale verso l'approfondimento relazionale, che si esprime come una sorta di autocastrazione e limitazione. Il punto non è il blocco in sè, ma la motivazione arcaica che censura il legame. Paure abbandoniche, assenza di impegno e costanza nei tuoi confronti da parte di chi ti ha cresciuto? Devi individuare con calma il perchè di questa rigida strategia difensivistica. Sei come una tartaruga che non sa fare a meno del guscio, ma in realtà potrebbe camminare senza.

(risponde la Dott.ssa Lucia Daniela Bosa)

Pubblicato in data 17/10/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

News Letters

0
condivisioni