Pubblicità

Problemi con l'altro sesso (151105)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 49 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Felpo,43

Buonasera,
mi chiamo Felpo, ho 43 anni, vivo con i miei genitori. Ho un fratello sposato in un paese vicino. Soffro di depressione dall'età di 18 anni. Non esco da anni, mi sono chiuso sempre di più in casa. Questo perché non trovo nulla di bello e attraente fuori dalle 4 mura. Però i problemi sono iniziati a 14 anni. Scrivo perché vorrei capire cosa c'è che non va nella mia mente, per darmi delle risposte e per capire come reagire. Il problema di uscire per me non è molto importante in questo momento, perchè per il momento non ho intenzione di uscire. Tutte le volte che ho provato dopo pochi giorni mi sono richiuso in casa, preferendo questa all'esterno. Ho studiato pianoforte al conservatorio. Il problema che mi sta più a cuore è un altro. A 14 anni ho cominciato ad avere disagio con le ragazze. Qualcosa non ha funzionato nella mia testa. Gli altri sono cresciuti, hanno affrontato il sesso, io no.
Di carattere sono timidissimo, sensibile, e tutto questo non mi ha permesso in quegli anni di trovare la ragazza, poi soprattutto non ho mai saputo niente di sesso e non l'ho mai voluto affrontare questo argomento. Non ho avuto nessuna relazione sessuale nella mia vita. Ho cercato la ragazza a tutti i costi non trovandola sicuramente perché ne avevo paura. Le ragazze mi piacciono molto, specialmente se sexy, però il sesso sinceramente mi fa schifo e mi sembra un inutile gesto animale. Le ragazze sexy mi piacciono, quelle nude assolutamente no. Non riesco a capire perché un uomo e una donna trovano piacere nel sesso. Io potrei arrivare a baciare su una guancia o a fare una carezza sulla pelle, però il resto non lo capisco proprio. In tutti questi anni ho cercato con ossessione di trovare la ragazza. Da una parte vorrei avere una ragazza, dall'altra ne ho paura e non sono sicuro che sia una necessità. Vorrei capire di più su questi problemi a cui non so darmi una risposta. Non ho una guida in famiglia, ne dialogo. Non ho un psicologo, non ho fiducia nella psicologa dell'asl e ho poco denaro per pagare una psicologa privata. Penso di aver bisogno di una guida nelle mie azioni un po' casuali e senza uno scopo deciso o una meta da raggiungere. Ho bisogno di maggior chiarezza e di sapere quello che in realtà devo fare nella mia vita, completamente confusa. Spero mi possiate aiutare perché ne ho veramente bisogno.
Aspetto una sua risposta.
Grazie mille!!!



Caro Felpo,
ho letto con attenzione la tua lunga lettera, e mi rendo conto di quanto tempo è stato perso per prendere atto che necessita riflettere su ciò che significa sessualità e la sua componente.
Vedo anche le difficoltà che hai nel relazionare con una figura femminile, e che possa essere la partner per iniziare una storia di coppia, ma considerando il rapporto sessuale un rapporto animale, mi sorgono enormi dubbi sulla tua educazione in materia.
Ti consiglio di consultare uno psicoterapeuta sessuologo, e gli poni anche il problema economico. sono sicuro che esso umanamente capirà e ti verrà incontro per aiutarti a superare questa difficoltà espressa.
Credo che devi spogliarti dei pregiudizi espressi e iniziare un percorso terapeutico psicodinamico.

Auguri

 

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 02/04/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

News Letters

0
condivisioni