Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi di coppia (015001)

on . Postato in Sessualità | Letto 9 volte

Daniele, 38 anni

Gentile redazione, ho 38 anni e da poco ho conosciuto una ragazza molto più giovane di me (23 anni). Ci siamo innamorati fin da subito e abbiamo iniziato una bellissima storia. Nel conoscerla sono venuti fuori alcuni problemi legati alla sua adolescenza. Lei soffre di un pessimo rapporto con i suoi genitori, si è sempre sentita indesiderata (ha fratelli molto più grandi di lei), considerata solo se avesse sostenuto un ruolo (immagine, scuola etc), senza manifestazioni di affetto e con tanti regali quasi come compensare l'affetto. Negli anni si è ammalata di anoressia (credo come tentativo di comunicare il suo malessere) e anche in questo frangente i genitori sono stati abbastanza assenti. Le risposte tipiche erano.. ma perchè fai così? Hai tutto.. che ti manca? Per fortuna ne è uscita..da sola, anche se i segni, lei dice, sono rimasti. Nel tentativo di uscirne si è costruita una corazza, tale da impedire a chiunque di avvicinarla e quindi potenzialmente farla soffrire. Fino a quando ha conosciuto me non ha mai avuto un fidanzato, non ha mai baciato un ragazzo... non è mai uscita con nessuno che non fosse chiaramente un amico. Ovviamente è vergine e non è mai andata neanche da un ginecologo. L'altra sera siamo usciti,le ho dato il primo bacio della sua vita e abbiamo fatto dei preliminari senza avere un rapporto completo. La sentivo rispondere pienamente e in fase di eccitazione non ha alcun problema. Durante questa fase ha avuto un blocco momentaneo... ha recuperato il controllo di se e le sono venuti sensi di colpa. Poi ha voluto riprendere e ha avuto un orgasmo. Il giorno dopo era freddissima, diceva di avere avuto tantissimi snsi di colpa, si sentiva sporca e squallida. Diceva di essere arrabbiata con se stessa per aver permesso che qualcuno la toccasse. Poi sentendomi è tornata quella di sempre.. ma successivamente ancora cambio di tono e freddezza. Dice di amarmi.. di desiderarmi... di avere bisogno di me... ma tutto questo la fa star male... il senso di avere bisogno di qualcuno... di avere rotto il suo mondo di cristallo... Non sa cosa fare... Io l'ho rassicurata. le ho detto di non preoccuparsi.. le starò vicino... le ho dato tutto il tempo che vuole...Forse dovrebbe andare da uno psicologo che la aiuti ma sono certo di un suo rifiuto totale sulla proposta.... Qual'è il modo migliore per aiutarla? comprensione.. farla reagire.. ? Come? Grazie per l'attenzione.

Caro Daniele la tua sensibilità ti fa onore ma evita ruoli che non ti competono. Il passato è passato e tutto il brutto che lei può aver sperimentato prima di conoscerti riguarda soltanto lei, il vs è un legame nuovo il cui scopo non è quello di compensare le mancanze del passato ma di dare ad entrambi nuove opportunità future. Se il tuo sentimento è sincero e il tuo comportamento sempre coerente, elementi questi che possono aiutarla a consolidare il proprio Se, con il tempo potrà affrontare questo rapporto in maniera adeguata. Questa relazione può rappresentare un momento molto importante per la sua crescita e per la sua individuazione pertanto è fondamentale che i ruoli siano complementari. Auguri.

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Il metadone

Il metadone è un oppioide sintetico, usato in medicina come analgesico nelle cure palliative e utilizzato per ridurre l'assuefazione nella terapia sostitutiva d...

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente, “passaggio all’ atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’in...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

News Letters