Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi di erezione (113137)

on . Postato in Sessualità | Letto 11 volte

Maurizio 42

Ho difficoltà con la mia attuale compagna a mantenere l'erezione durante il rapporto: dopo un po' la perdo; ma con la masturbazione riesco poi a venire. Da solo, ho comunque bisogno di tempo per raggiungere l'orgasmo. Non ho mai conosciuto mio padre e mia madre è sempre stata un po' possessiva. Fino ai 30 anni non ho mai avuto problemi. Cinque anni fa ero sposato ed ho iniziato ad avere problemi quando la mia ex moglie non voleva il secondo figlio, dopodichè ci siamo lasciati e da allora ho iniziato ad avere problemi di mantenimento dell'erezione. Non usando preservativi o altri metodi, c'era in ballo, ovviamente, il fatto di non poter venire dentro, quindi credo che anche l'abitudine abbia influito. La mia attuale compagna prende la pillola, però in un anno son riuscito a venire dentro solo due volte, in posizioni particolari e con mie fantasie. Lei non è soddisfatta di ciò, vorrebbe un bel rapporto classico a due, anche se comunque raggiunge sempre l'orgasmo. Grazie, spero di essere stato chiaro...

Gentile Maurizio, mi sembra di capire, da quanto scrive, che la sua difficoltà nel mantenimento dell'erezione sia precedente al rapporto con la sua attuale compagna. I problemi si sono presentati quando la sua ex moglie si è rifiutata di avere un secondo figlio, e questo mi fa pensare che in lei potesse esserci l’inconscio desiderio di “fargliela pagare”. La sessualità è spesso un canale di comunicazione attraverso il quale passano anche i vari conflitti di coppia che non vengono esplicitati a parole, le lotte di potere, i disagi interiori. Ed è quando i problemi non vengono affrontati direttamente, ma tra le lenzuola, che sopraggiungono sintomi a carattere sessuologico. Sintomi che poi, se ciò che li ha scatenati non viene chiarito, tendono a stabilizzarsi. È possibile che lei abbia esteso anche alla sua attuale compagna le cause del suo sintomo. La mia è solo un’ipotesi, basata su quanto lei mi ha scritto, e sul modo in cui in genere iniziano i sintomi nell’ambito della sessualità. Provi a rifletterci, a vedere se le sembra un’ipotesi accettabile, parli con la sua compagna di quello che pensa, di tutto quello che ha pensato quando ha cominciato ad avere difficoltà nel mantenere l’erezione. Una buona comunicazione all’interno della coppia è la miglior medicina. Molti auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 14/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Anginofobia

Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratterizzata da una paura intesa di soffocare. Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratt...

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

News Letters