Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi di erezione (115717)

on . Postato in Sessualità | Letto 10 volte

Paolo 30

Gentile dottore, le scrivo in merito ad un problema che ormai mi affligge da parecchio tempo, a cui non riesco a venire a capo ne a trovargli una giusta connotazione. Le spiego in breve: mi capita spesso di avere avventure con donne, ma giunto al fatidico momento, non raggungo l'erezione, mi e' capitato ormai così tante volte che le lascio immaginare il mio stato d'animo ogni volta che mi si presenta l'occasione e dopo un prolungato gioco di sguardi, mi tocca abbandonare ! Non riesco a dare una effettiva risposta al mio problema, non capisco se si possa trattare di ansia da prestazione o cos'altro; escluderei l'impotenza poichè riesco a raggiungere l'erezione completa sia tramite la masturbazione sia ...naturalmente, e soprattutto poichè vengo da una storia con una ragazza durata quasi 6 anni, in cui sicuramente non mancavano i rapporti sessuali. Non riesco a capire cosa mi freni, è quasi la consapevolezza di non riuscirci che mi porta a "fallire". Non assumo droghe, ma mi capita alle volte di essere un po' brillo e in queste situazioni proprio non ho risposta fisica alcuna. Di cosa si tratta ? Posso fare qualcosa ? Grazie mille per l'attenzione. Paolo.

Caro Paolo, il racconto esposto denota alcune difficoltà erettive che si classificano come impotenze secondarie poichè, sia con la masturbazione sia con l'erezione mattutina si evince che a livello fisiologico il tutto è funzionante. E' vero che, dopo una storia interrotta possono sorgere dei dubbi nei confronti della figura femminile e quindi nei rapporti occasionali è facile che sorgano dubbi e paure che sfociano nell'ansia di prestazione. Quindi consiglio di non agitarsi e se è possibile, ritrovare una ragazza con la quale iniziare una relazione stabile, nel frattempo consultare uno psicoterapeuta sessuologo che può determinare lo stato ansiogeno. E' chiaro che la verifica è da fare consultando la coppia poichè il tutto avviene al suo interno. L'incontro occasionale per il momento non è consigliabile,probabilmente dopo un percorso psicoterapeutico dove si riesce a controllare l'ansia si potranno avere anche questo tipo d'incontri. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli )

 

Pubblicato in data 28/03/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un d...

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

News Letters