Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi di erezione e micropenia (158061)

on . Postato in Sessualità | Letto 17 volte


Rebecca , 24

 

Gentile Dottore,
frequento da un paio di mesi un ragazzo di 30 anni, indipendente, con un buon lavoro nel ambito economico e una appartamento suo, inoltre molto intelligete e spigliato.
Abbiamo provato ad aver un rapporto sessuale, ma purtroppo, oltre ad avere un pene piu' piccolo di 10 cm, non riusciva a mantenere l'erezione ed è vergine. Stupidamente ho pensato che non riuscisse a iniziare il rapporto per colpa mia, cosa che, appunto, lui ha smentito, dunque l'ho confortato sostenendo che sia normale avere determinati problemi la prima volta. A dire il vero sospetto che lui ha dei problemi di erezione e non so come comportarmi a riguardo. E' meglio evitare il discorso o affrontarlo? E come posso iniziare a parare di cio'? Come dovrei reagire per stargli vicino e magari migliorare la soluzione?
Grazie

Cara Rebecca,
LA GRANDEZZA DEL PENE NON INCIDE SUL RAPPORTO poichè la vagina si adegua come un guanto alla mano.
Il vero problema è la mancata erezione , e le cause possono essere multiple e non c'è da sottovalutare neppure l'aspetto fisiologico. Come consiglio propongo due passaggi, il primo quello di una visita da un urologo andrologo per la verifica che la parte genitale sia ok; la seconda se tutto è nella norma consultare uno psicoterapeuta sessuologo iscritto alla FISS che può aiutarvi nel riolvere il problema esposto.
Auguri

 

(Risponde il Dott.Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 12/03/2013

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (in...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

News Letters