Pubblicità

Problemi di erezione e micropenia (158061)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 76 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Rebecca , 24

 

Gentile Dottore,
frequento da un paio di mesi un ragazzo di 30 anni, indipendente, con un buon lavoro nel ambito economico e una appartamento suo, inoltre molto intelligete e spigliato.
Abbiamo provato ad aver un rapporto sessuale, ma purtroppo, oltre ad avere un pene piu' piccolo di 10 cm, non riusciva a mantenere l'erezione ed è vergine. Stupidamente ho pensato che non riuscisse a iniziare il rapporto per colpa mia, cosa che, appunto, lui ha smentito, dunque l'ho confortato sostenendo che sia normale avere determinati problemi la prima volta. A dire il vero sospetto che lui ha dei problemi di erezione e non so come comportarmi a riguardo. E' meglio evitare il discorso o affrontarlo? E come posso iniziare a parare di cio'? Come dovrei reagire per stargli vicino e magari migliorare la soluzione?
Grazie

Cara Rebecca,
LA GRANDEZZA DEL PENE NON INCIDE SUL RAPPORTO poichè la vagina si adegua come un guanto alla mano.
Il vero problema è la mancata erezione , e le cause possono essere multiple e non c'è da sottovalutare neppure l'aspetto fisiologico. Come consiglio propongo due passaggi, il primo quello di una visita da un urologo andrologo per la verifica che la parte genitale sia ok; la seconda se tutto è nella norma consultare uno psicoterapeuta sessuologo iscritto alla FISS che può aiutarvi nel riolvere il problema esposto.
Auguri

 

(Risponde il Dott.Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 12/03/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Ansia da separazione

La causa alla base di questa esperienza nel successivo sviluppo di un disturbo mentale non ha più significato senza l’interazione di altri fattori che contribui...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

News Letters

0
condivisioni