Pubblicità

Problemi gravi con le ragazze (51979)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 43 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

 

Simone 23 anni 25.08.02

Ho dei gravissimi problemi con l'altro sesso. Non ho mai fatto quasi nulla con le ragazze e sono ancora vergine. Penso di essere nè brutto nè bello, ho avuto un numero di occasioni nella media, ma ora che sono giunto a quest'età, la mia situazione mi sta opprimendo. Inoltre il solo fatto di avere vicino una ragazza che ha + esperienza di me, mi fa stare male(e tutte ce l'hanno); il solo fatto di immaginare una che magari mi piace che fa sesso con il suo ragazzo o con un suo amico mi fa stare ancora peggio. Quindi un po' alla volta mi sto isolando, credendomi superiore, ma invece non è così e invece vorrei risolvere questo problema. Non pratico autoerotismo perchè mentre lo faccio mi viene da pensare a questa o quella ragazza che mi piace che magari sta facendo sesso in quel momento con qualcuno e la cosa mi fa sentire un verme. Non c'è quasi più nulla che mi interessi e che mi faccia passare il tempo, anche gli studi stanno iniziando ad andare male. Non riesco a immaginarmi a fare sesso con una ragazza. Mi sembra una cosa schifosa pensare che 5 minuti prima stavi parlando con una e ora la stai penetrando. Non ho mai cercato in tutta la mia vita di fare sesso con una ragazza, anche se forse mi piacerebbe. Mi sono innamorato 3 o 4 volte e mi è sempre andata male ovviamente, anche se all'inizio piacevo a qualcuna, dopo scappano di fronte alla mia eccessiva timidezza e stranezza. Non so più come fare, ho 23 anni ormai, mi sento solo e terribilmente diversoda quelli della mia età, aiutatemi vi prego.

Più che la sua timidezza colpisce di quello che scrive il suo atteggiamento di rifuto del sesso, che si concretezzi nel non praticare l'autoerotismo o nel pensare che possa essere una cosa terribile la penetrazione. Nella lettera lei non ci dà sufficienti elementi per capire l'origine di questa sessuofobia e penso che dei colloqui con uno psicologo potrebbero aiutarla a capire da dove nasce questa repulsione e a rimuoverla. Ritengo infatti che essa sia di ostacolo per lei ad avere rapporti con delle ragazze ma che una volta individuato il problema le sarà possibile vivere con serenità e con successo delle belle storie d'amore.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

News Letters

0
condivisioni