Pubblicità

Problemi sesso coppia (149831)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 57 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Vale, 32


Salve, una bella persona sta vivendo una sorta di trauma e rischiando di crearsi un complesso psicologico serio che lo fa stare male a causa del fatto che il suo pene è leggermente curvo a sinistra (saranno 30° ed è sempre stato così).
Le dimensioni sono giuste ed i rapporti sessuali molto appaganti per entrambi.
Non ha nessun problema di erezione che è frequente, durevole, mai dolorosa, e che mantiene tranquillamente per 1-2-3 ore.
E' nato tutto da una visita andrologica fatta di recente per un problema di varicocele (credo risultato essere tra il I e il II grado) e ogni tanto ha dolore al testicolo dx.
Il medico a cui ha mostrato delle foto del pene in erezione dapprima lo ha fatto spaventare molto, per poi tranquillizzarlo, qualche giorno dopo, all'esito dell'ecografia del pene, dalla quale è risultata l'assenza di placche infiammatorie.
Nonostante ciò sono rimasti in lui la paura ed il senso di essere inadeguato, credo abbia il terrore che questa curva possa peggiorare compromettendo la sua vita sessuale, mentre in realtà in 27 anni (la sua età) con un'attività sessuale pressocchè continua, è sempre stata la stessa.
Non ha dolori nemmeno durante la penetrazione, nemmeno quando il varicocele infiamma il testicolo.
Ha fatto l'esame dello sperma e non è sterile (anche se non so dire di meglio) e il dottore gli ha ordinato una cura da fare per sei mesi (però lui non ha fiducia e ha già detto che non la farà).
Infine ha una piccola vena sulla parte anteriore del pene che, a detta dell'andrologo, non ha niente a che vedere con il varicocele e per la quale gli ha ordinato un impacco di pomate disinfiammanti da usare al bisogno.
Preciso che era stato da un altro medico per il problema del varicocele e questi non aveva nemmeno chiesto l'ecografia (evidentemente non era preoccupato dell'incurvatura del pene)
Invece l'ultimo medico non ha proprio avuto tatto nel trattare il suo caso.
Il trauma è stato forte.
Vorrei poterlo tranquillizzare con il vs aiuto.
Infine qualche volta ho avuto io qualche problema dopo qualche ora dal rapporto: dolori al basso ventre (ovaia utero credo).Prima ancora che si presentassero questi dolori ho fatto un'eco pelvica (un paio di mesi fa) ed è risultato tutto ok. Non ho dolore durante il rapporto, se non un dolore in fondo alla vagina, che però passa subito, dovuto credo alle dimensioni (si presenta quando affonda la penetrazione). Non so se è il caso di fare ulteriori accertamenti.
Grazie sin d'ora dell'attenzione.

Cara Vale,
dal racconto si evince che si tratta del tuo partner che denuncia una curvatura del pene. Le analisi fatta presso l'andrologo scartano che ci possano essere placche e quindi un risultato fisiologico è stato raggiunto.
Credo che possa consultare un urologo per porre fine a codesto calvario, poichè esso gli potrà consigliare un eventuale intervento, sempre se lo ritiene necessario.
Per quanto riguarda i rapporti il dolore può essere la conseguenza del pene non ben dritto quindi dovete trovare una posizione che possa non esser olorosa.
Leggo che fate rapporti duraturi, ma non nè necessario infatti studi scentifici hanno dimostrato che la qualità del rapporto dopo i preliminari si aggira intorno ai dieci minuti.
Per il suo trauma psicologico può consultare uno psicologo psicoterapeuta che lo aiuta ad accettare ciò che la sua natura gli ha fornito.
Auguri.

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 15/02/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

News Letters

0
condivisioni