Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi sessuali d'erezione (130647)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 26 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Eddy 22

Cari esperti mi sono appena iscritto al vostro sito e lo trovo molto interessante. Vengo subito al dunque, sono un ragazzo di 22 anni e sono fidanzato con una ragazza di un anno più grande di me. Siamo fidanzati da 3 anni e mezzo e da parecchi mesi a questa parte ho seri problemi di erezione quando sono in intimità con lei a volte riesco ad avere un sano rapporto di sesso a volte invece non c'è segno di vita da parte mia, è come se il mio organo sessuale si staccasse dal mio corpo e dalla mia mente e non riesco a concentrarmi e a dare quello che per una coppia è fondamentale: il sesso. Il rapporto sentimentale è ottimo non abbiamo problemi di sorta o almeno credo, io amo alla follia la mia fidanzata non potrei fare a meno di lei, ormai siamo al punto di fare l'amore una volta ogni 15-20 giorni ovviamente solo quando io riesco ad eccitarmi, fosse per lei lo faremmo anche 3/4 volte a settimane, ma il mio desiderio sessuale spesso e volentieri manca, non riesco ad eccitarmi e non ne sento il bisogno purtroppo. Questa situazione si protrae da parecchi mesi come ho detto prima, e il pensiero che molte volte non riesco ad eccitarmi anche quando lei mi fa delle avance mi tormenta, e non aiuta a concentrarmi quando siamo in intimità e potremmo fare l'amore. Non chiedo ovviamente una risoluzione del caso ma solo un vostro parere? VI ringrazio della vostra attenzione!

Caro Eddy, dalla descrizione si evince che si tratta di un impotenza secondaria che può scaturire da vari fattori psicologici e ansiogeni. Dal momento che la relazione di coppia è ottima non cercherei di eludere il desiderio di stare in intimità per la paura di non avere erezione, ma cercherei di capire ciò che mi stà succedendo nel momento scatta l'ansia da prestazione. Quindi per risolvere il caso consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta sessuologo che sia individualmente sia in coppia con esercizi e tecniche precise può risolvere il disturbo e la riuscita raggiunge oltre il 90%. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 3/02/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Coulrofobia

Il nome è difficile, quasi impossibile da pronunciare: coulrofobia. Deriva dal greco e fa riferimento alla paura per coloro che camminano su trampoli. Giocolier...

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

News Letters

0
condivisioni