Pubblicità

Problemi vita sessuale (104297)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 33 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Miky 28

Sono insieme allo stesso ragazzo da quasi sette anni, lui è stato il mio unico ragazzo e io in tutti questi anni non ho mai provato una vera e propria attrazione fisica. Non sento per lui desiderio sessuale pur amandolo molto e volendomi sposare con lui. Non considero il sesso una cosa rilvante tra noi. Eppure quando sono sola ho spesso dei pensieri sul sesso, mi piace guardare dei film erotici e fantasticare con la fantasia di rapporti sessuali coinvolgenti in cui ho un ruolo quasi passivo. Invece nel rapporto con lui tendo a limitare molto le sue iniziative, mi vergogno nel provare piacere, mi sento quasi sporca. Mentre quando sono sola la cosa la vivo solo con me stessa e se escludo qualche senso di colpa o paura di non essere normale perchè guardo certe scene di sesso, sto bene cosi. Mi dipiace per il mio ragazzo che invece considera il sesso tra noi molto importante e spesso soffre per questa mia reticenza e mancanza di desiderio. Cosa ne pensa?

Cara Miky, c’è qualcosa di contraddittorio in quello che mi ha scritto, visto che ha esordito affermando che non considera importante il sesso nella sua storia d’amore, mentre evidentemente per quanto riguarda la sua vita privata lo considera importante abbastanza da mettere in atto una serie di comportamenti volti in questo senso. Il fatto che il sesso le generi dei sensi di colpa, la sensazione di essere sporca, eccetera, potrebbe avere a che fare con molte cose, per esempio con l’educazione, con un cattivo rapporto con il suo corpo, o magari anche con il fatto che nei confronti del ragazzo che vorrebbe sposare non ha mai provato una vera attrazione. Posso però dirle che, proprio in virtù del fatto che ama il suo fidanzato, e vuole condividere la vita con lui, sarebbe opportuno rivolgersi ad uno psicoterapeuta, esplorare le motivazioni di questo suo atteggiamento nei confronti del sesso, e tentare delle strade per risolverlo. Le faccio molti auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 03/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

News Letters

0
condivisioni