Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

psicologia sessuale (47633)

on . Postato in Sessualità | Letto 20 volte

le risposte dellespertoStella L., 24anni (24.1.2002)

 

Gentile Dottore/dottoressa, ho già scritto alla vostra rubrica ma non ho avuto risposta. Il numero della mia precedente lettera era 46442. Ho controllato spesso ma non ho trovato pubblicata la mia lettera. Vi prego questa volta di rispondermi perchè il mio problema non si è risolto e si sta aggravando.
Ho da più di un anno un ragazzo, io ho 24 lui 29; è da premettere che insieme è stata la prima esperienza sessuale per entrambi. Per diversi mesi abbiamo usato il preservativo come protezione, mentre ora è da tempo che prendo la pillola e perciò abbiamo eliminato il preservativo. Il problema è che nonostante questo metodo sicuro, lui ha iniziato a praticare il coito interrotto, cosa che non sopporto anche perchè mi interrompe bruscamente l'atmosfera, il piacere (l'orgasmo l'ho raggiunto una sola volta durante il rapporto) e non ne vedo la ragione. Lui dice "parliamone", dice che non lo sa perchè fa così.. e io sembrerà strano ma mi innervosisco e mi viene quasi da piangere dalla rabbia! Quando sono quasi al piacere lui eiacula (fuori) e tutto finisce così. Ci rimango sempre male e soprattutto non conosco il perchè di questo suo comportamento. Gravidanze indesiderate non ne possono arrivare, e allora? Vi ringrazio e vi prego di aiutarmi, di darmi un consiglio, ma soprattutto vi chiedo di provare a farmi capire i motivi che potrebbero portare a questo suo comportamento.Ho paura di entrare in crisi con lui ma non riesco più a sostenere questo problema, mi irrita terribilimente e litighiamo dopo quasi ogni rapporto.
Cordiali saluti.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Mi spiace per il disguido che non ci ha consentito di risponderle la prima volta. La mia idea sul comportamento del suo ragazzo è che lui ( consciamente o inconsciamente) non si fidi della pillola come metodo contraccettivo., che è totalmente delegato alla donna. Lui non può "controllare" se lei la prende o meno ed è probabilmente fortemente intimorito dall'idea di una sua possibile gravidanza. Forse ha anche paura che lei voglia costringerlo a passi che non desidera. In ogni caso mi sembra che abbia poca fiducia in lei e che oltretutto tenga in scarsa considerazione le sue esigenze sessuali, "costringendola" ad una pratica ( quella del coito interrotto) che lei giustamente lamenta come insoddisfacente.Penso quindi che lei debba riconsiderare questo rapporto, cercando di capire quanto è forte il suo desiderio emotivo e quanto quello di lui e avviare una discussione serena, non recriminatoria, sulla vostra relazione in genere più che specificatamente sulla dinamica sessuale.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Insight

L’insight, a livello letterale, ha come significato vedere dentro. Nel linguaggio psicologico italiano i termini  che  più si avvicinano sono: intuizi...

News Letters