Pubblicità

Rabbia repressa e sessualità (158331)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 66 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberto, 28

 

Gentile Dottore,
Ho da sempre un rapporto assai conflittuale con mio padre per la sua apprensività e carattere impositivo e irascibile, ciò ha comportato il quasi annullamento della mia personalità a causa della sua onnipresenza e impositività o forte influenza nelle mie scelte.
Adesso sento in alcuni momenti una cattiveria inaudita, dovuta a rabbia repressa, che viene fuori in determinate situazioni e mi fa dire o desiderare il male delle persone, e molto spesso mi sfogo stringendomi le mani una nell'altra, e mentre faccio questo penso a come vorrei che andassero le cose; a volte sfocia anche in momenti depressivi in cui non mi va di aver contatti con nessuno, avendo già di mio un carattere schivo e riflessivo.
Sessualmente ho un blocco dovuto al fatto che sento l'esigenza di ricorrere alla masturbazione 2 o 3 volte al giorno, e poi al momento del rapporto fisico ho delle defaiance, viene meno l'erezione perchè probabilmente mi prende l'ansia e non riesco a concentrarmi e di conseguenza vivermi il momento come si deve. Cosa posso fare per venirne a capo? grazie

Caro Roberto,
dal racconto si evince che le problematiche esposte più che sessuali sono di natura esistenziale e psicologica. La masturbazione denunciata non è altro che un autolesionismo per scaricare su altre parti del corpo ciò che potrei fare con comportamenti ed azioni rivolte ad un confronto sereno e trasparente con la società e la famiglia.
Consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico e iniziare un percorso terapeutico per rimuovere ciò che crea ansia e disagio vedrai che anche la ripetuta osssesiva masturbazione scomparirà.
Auguri

 

(Risponde il Dott.Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 04/04/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

News Letters

0
condivisioni