Pubblicità

Rapporti sessuali (129409)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 30 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea 31

Sono un uomo di 31 anni, da qualche tempo mi pongo alcune domande circa la mia vita sessuale. Premetto di essere una persona eterosessuale e di aver avuto sempre relazioni di coppia del tutto normali. Sono però eccessivamente interessato ad alcune pratiche erotiche del tutto atipiche. Cercherò di spiegarmi meglio: sono sempre stato sessualmente molto attivo e da tempo nutro un profondo interesse verso delle pratiche particolari, quali pissing, fisting e bukkake. La visione di tali pratiche stimola in me un'eccitazione notevole. Ho paura che ci sia in me qualcosa di anomalo legato proprio al parossistico interesse verso queste pratiche erotiche. Amo molto la pornografia e non so se questo può avermi in qualche modo disturbato. In passato, con alcune mie compagne ho provato a sperimentare tali fantasie, vivendo una intensa vita sessuale di coppia. In questo periodo, invece, ho una relazione con una donna molto pudica e inesperta sessualmente. Purtroppo, non riusciamo ad avere dei rapporti sessuali coinvolgenti per entrambi. Io sono sessualmente molto esuberante; vivo la sessualità senza sensi di colpa e liberamente e dal punto di vista erotico la mia fantasia è molto spiccata. La mia attuale compagna, invece, non riesce ad avere stimoli sessuali e io riesco a fatica a stimolarla nonostante non abbia mai avuto con altre compagne questo tipo di problema. Mi ha confessato di non aver avuto rapporti sessuali di alcun tipo per anni e di non "pensare" solitamente al sesso o di avere fantasie sessuali. Inoltre, generalmente non pratica l'autoerotismo che io, al contrario, pratico molto spesso. A causa di questa situazione sono molto turbato in quanto ho iniziato a dubitare della mia normalità sessuale. Mi può dare dei consigli in merito? Cosa dovrei fare per poter soddisfare la mia compagna? In che modo mi consiglierebbe di vivere la mia sessualità visto l'interesse che nutro verso le pratiche di cui Le ho parlato, dovrei realizzare tali fantasie? Ho dei disturbi di qualche tipo? La ringrazio infinitamente. Distinti saluti. Andrea.

Caro Andrea, da un primo esame della domanda si intravede un disturbo di pictofilia cioè parafilia nonn altrimenti specificata dovuta a fantasie e osservazioni di azioni pornografiche. La compagna così descritta sembra non nconoscere bene il suo corpo infatti noon pratica masturbazione il che significa che non vive bene la sessualità in tutte le sue fantasie e giochi erotici. Il consiglio che posso darti e quello di consultare uno psicoterapeuta sessuologo che in coppia vi aiuterà a capire la vostra sessualità e alla compagna di evolvere le sue fantasie sempre che sotto non si nascondino problematiche psicologiche. Il buon sessuologo saprà come condurre la terapia in queste circostanze.Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 19/12/08
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

News Letters

0
condivisioni