Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

rapporti sessuali (43541)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 141 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Yuyu, 22anni (19.9.2001)

Ho un problema che ritengo enorme e che mi provoca disagi non indifferenti. Io ho paura di fare l'amore. Sono fidanzata da 3 anni ed ero vergine. La prima volta che abbiamo provato a fare l'amore ho provato un dolore terribile che è durato per tutta la giornata. Gli ho detto che mi faceva male e lui si è ritirato. La seconda volta lo stesso e la terza pure. Adesso mi sento una donna completamente inutile, sono molto demoralizzata è sfiduciata. Mi riduco ad inventare bugie, a raccontare di focosi incontri con le mie amiche solo per sentirmi uguale a loro, e ogni volta che mento mi sento sempre più male, ma non so evitarlo. Non riesco a capire cosa sia che mi blocca, ma ogni volta che lui mi si avvicina mi sento carica di desiderio, solo che al pensiero di quel dolore mi irrigidisco e cambio discorso.

Credo di non poter andare avanti ancora per molto, tra l'altro anche lui ha iniziato a dare segni di stanchezza. Non mi ha mai rinfacciato nulla, ma lo vedo annoiato e non è più 'dedicato' come prima. Non so se mi blocchi l paura di quel dolore o se ci sia qualcos'altro. So soltanto che sono stanca pure io di sentirmi una donna che non serve a nulla, perché questo è quello che mi fa più male! Sapere che per lui stare con me equivale a stare da solo! Come non avere una donna accanto! Credete che possa aiutarmi qualche rimedio 'drastico'? Tipo una forte ubriacatura prima di infilarmi nel suo letto, in modo da non capirne nulla? Vi ringrazio in anticipo!

Yuyu

Cara Yuyu, mi sembra che quello che propone è un "agito", vale a dire ricorrere ad una azione per evitare di soffermarsi e capire che cos'è quel dolore. Alla base di una condizione come quella che descrive possono esserci svariati fattori ed è probabile che venirne a capo da sola non è semplice, tra i più frequenti, c'è un rapporto conflittuale con i genitori che hanno contribuito a creare una cultura talmente rigida e moralistica da creare appunto problemi nel rapporto sessuale. Mancano elemnti nella lettera che possano fart avanzare ipotesi, seppur generali, della problematica. Di sicuro, però non è con l'ubriacatura che risolve quel problema, ma può solo aiutarla a non vedere qual'è.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ho paura di non trovare mai il…

Kikhi, 26     Salve... ho paura di non trovare mai il mio posto. ...

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. Le complicanze mediche più frequenti, tutt...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

News Letters

0
condivisioni