Pubblicità

Rapporto di coppia (131555)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 38 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara 33

Salve, è da quasi due anni che convivo con il mio ragazzo, inizialmente il rapporto sessuale era quasi quotidiano, anche quando lui tornava tardissimo dal lavoro. Da un pò di tempo mi addebito delle colpe che forse sono mie ma non riesco a capire. Ieri a letto lui mi ha chiesto se facevamo l'amore e io gli ho risposto che non sempre è colpa mia se non siano più così attivi sessualmente. Premetto che io ho perso il lavoro quindi vivo una situazione interiore di grande disagio, lui al contrario invece lavora fino a tarda notte. Gli ho chiesto se era felice del nostro rapporto e se pensava che tra di noi non c'era più coinvolgimento, ma lui mi ha risposto che in realtà non ci sono problemi ed è solo la sua vita lavorativa che lo stressa. Vorrei capire come fare per non rovinare il rapporto.

Cara Sara la tua situazione è comune da molto tempo nel nostro paese proprio per la mancanza di sicurezze che inducono i soggetti a forti stress e mettere in dubbio la propria autostima. E' chiaro che il tuo comportamento sia dettato dal momento storico sociale che ha influito sulla mancanza di desiderio sessuale. Se fra voi c'è complicità, amore e sentimento, non è quante volte si hanno i rapporti che misurano la coppia, ma come essi si aiutano affettivemente in momenti come quello descritto, quindi penso che la risposta data dal compagno sia consona e che la tua paura sia da rifuggire. Comunque se desideri un ulteriore conferma puoi consultare uno psicologo psicoterapeuta. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggellii )

Pubblicato in data 19/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitament...

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

Ansia da separazione

La causa alla base di questa esperienza nel successivo sviluppo di un disturbo mentale non ha più significato senza l’interazione di altri fattori che contribui...

News Letters

0
condivisioni