Pubblicità

Rapporto di coppia (131555)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 52 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara 33

Salve, è da quasi due anni che convivo con il mio ragazzo, inizialmente il rapporto sessuale era quasi quotidiano, anche quando lui tornava tardissimo dal lavoro. Da un pò di tempo mi addebito delle colpe che forse sono mie ma non riesco a capire. Ieri a letto lui mi ha chiesto se facevamo l'amore e io gli ho risposto che non sempre è colpa mia se non siano più così attivi sessualmente. Premetto che io ho perso il lavoro quindi vivo una situazione interiore di grande disagio, lui al contrario invece lavora fino a tarda notte. Gli ho chiesto se era felice del nostro rapporto e se pensava che tra di noi non c'era più coinvolgimento, ma lui mi ha risposto che in realtà non ci sono problemi ed è solo la sua vita lavorativa che lo stressa. Vorrei capire come fare per non rovinare il rapporto.

Cara Sara la tua situazione è comune da molto tempo nel nostro paese proprio per la mancanza di sicurezze che inducono i soggetti a forti stress e mettere in dubbio la propria autostima. E' chiaro che il tuo comportamento sia dettato dal momento storico sociale che ha influito sulla mancanza di desiderio sessuale. Se fra voi c'è complicità, amore e sentimento, non è quante volte si hanno i rapporti che misurano la coppia, ma come essi si aiutano affettivemente in momenti come quello descritto, quindi penso che la risposta data dal compagno sia consona e che la tua paura sia da rifuggire. Comunque se desideri un ulteriore conferma puoi consultare uno psicologo psicoterapeuta. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggellii )

Pubblicato in data 19/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

News Letters

0
condivisioni