Pubblicità

Rapporto sessuale (117385)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 37 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Speciale 42

Ho 42 anni e circa 6 mesi fa ho conosciuto lei, c'è stata subito una grande attrazione per entrambi. Lei era divisa dal suo ex già da 2 anni. La prima volta che abbiamo fatto l'amore non ho avuto nemmeno l'erezione anche a causa di una lunga assenza di partner. Lei mi ha subito fatto notare la mia difficoltà e tutt'ora me lo manifesta. Infatti non ho avuto molte donne e non ho fatto spesso l'amore. Il mio problema attuale è quello di venire subito dopo la penetrazione (5/6 spinte) e di non farla godere come me (lei mi rinfaccia sempre questo). Ho fatto le visite ed ulteriori esami del sangue che porterò al medico, ma tutto sembrerebbe ok. Lei ora sta un pò con me ed i week end col suo ex dove penso prenda quello che io non riesco a darle. So che dovrei rivolgermi ad uno psicologo, ma ho anche paura che mi consigli di abbandonare questa relazione, poi penso che sia un problema di lunga risoluzione. Vorrei poter essere io lo psicologo di me stesso. Grazie.

Caro Speciale, la lettera inviata denuncia un disturbo dell'eccitazione con eiaculazione precoce (per essere normale le spinte concordate tra sessuologi devono essere perlomeno 15) la soluzione al problema è una sola: quella di rivolgersi non ad uno psicologo qualunque, ma ad uno psicoterapeuta sessuologo poichè è colui che conosce le tecniche per risolvere il problema esposto e la soluzione ha percentuali altissime. Quindi visto che la ragazza denuncia questa difficoltà dovete andare in coppia poichè molti esercizi sono da fare per entrambi con il coinvolgimento e la consapevolezza che solo così si può raggiungere un ottimo risultato. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 22/04/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

News Letters

0
condivisioni