Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Rimozione abuso sessuale (135130)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 47 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Francesco 34

Buongiorno, ho 34 anni e temo di essere stato violentato da bambino da uno dei miei familiari. Solo ultimamente sono arrivato a questa conclusione analizzando insieme una serie di elementi che mi sembrano sospetti e che accompagnano la mia vita da sempre: enuresi fino alla prima adolescenza, depressione, mancanza di autostima, indecisione, incertezza sull'identità sessuale, rapporto problematico con l'amore, disturbi del sonno, risvegliarsi senza pigiama o con la porta della stanza da letto aperta, sogni ricorrenti (presenza del diavolo - incapacità di tirare pugni/difendersi), esibizionismo, masturbazione eccessiva, forte senso di colpa, sguardo di un parente spesso rivolto ai miei gentali. Sono consapevole che potrebbe anche trattarsi di autosuggestione oppure di omosessualità latente, sebbene abbia avuto diverse fidanzate e le donne mi eccitano parecchio. Tuttavia ultimamente non sono più in grado di controllare la mia depressione che mi sembra ruotare intorno a questo pensiero dominante. Vorrei dunque sapere: in caso di violenza subita durante infanzia-adolescenza è possibile rendersene conto solo in età adulta, e se esiste un modo certo per scoprire se si è stati violentati o meno. Grazie per l'attenzione. Francesco.

Caro francesco, le ipotesi da te esposte sono caratteristiche di chi può avere subito qualche trauma e non è detto che sia stato sessuale, ma anche di altro genere come forti litigi fra genitori, ect. Per avere più lucidità e riuscire a capire cosa sta succedendo nella tua psiche ti consiglio di fare una psicoterapia con un psicoterapeuta psicodinamico con il quale fate un percorso fino a determinare l'accaduto, ma nello stesso tempo non ci vuole furia poichè il percorso può essere lungo. Auguri

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 22/06/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. Le complicanze mediche più frequenti, tutt...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il declino cognitivo lieve consi...

News Letters

0
condivisioni