Pubblicità

Scarso desiderio sessuale (131935)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alice 32

Gentile Dottore,da sempre vivo la sessualità in modo problematico. Una madre molto presente e rigida negli anni dell'adolescenza e, certamente, ila carattere che mi contraddistingue sono gli elementi che identifico alla base di tale disagio. Un accenno a me stessa e al mio contesto: 32 anni, una laurea in lingue, vivo all'estero da molti anni, per mia scelta, legata a interessi scientifici che non hanno mai guidato ad uno sbocco professionale soddisfacente. Soffro di grandi sbalzi di umore, che cerco ora di imputare ad una prolungata assunzione di ormoni per via della pillola contraccettiva (elementari meccanismi di autodifesa!), sono estremamente incostante, negativa, mi fido difficilmente degli altri, ho sempre avuto amicizie morbose finite in dramma e rapporti di coppia sbagliati (partner disinteressato e mio conseguente accanimento/strazio, partner appartenente a un contesto estraneo onde dare sfogo a una mia forma di ribellione contro il perbenismo a cui sono stata avviata), fino ad arrivare, tre anni fa, all'incontro con una persona equilibrata, positiva, onesta, integra. Un anno di psicoterapia (che ho dovuto interrompere per via dei costi esosi) mi ha guidata e fornito alcune chiavi di lettura, ma il problema persiste. Vivo in un continuo stato di insoddisfazione, pur in una coppia in cui gli elementi che potrebbero garantire serenità sono presenti (partner fedele, civile, stabilità economica, casa di proprietà). Pur trovando il mio compagno fisicamente attraente e pur stimandolo come uomo e professionista di successo, il mio desiderio è praticamente assente. Rispondo se stimolata, non mi tiro indietro, ma non prendo mai l'iniziativa, con conseguente delusione e irritazione del mio partner, il quale, essendo straniero ed estremamente aperto di vedute, non condivide le mie autoanalisi con riferimenti all'infanzia, alla rigidità di vedute, al microcosmo borghese in cui sono cresciuta e contro il quale ho combattuto fino a diventare l'essere emancipato che oggi -in parte- sono. Questa apatia, questa atarassia, guastano l'armonia che in altri aspetti della coppia rintraccio. Pur essendo la prima a cogliere riferimenti sessuali in contesti camerateschi (doppi sensi e battute tra colleghi di lavoro), interiormente sono lontana da passione e desiderio. Sarei felice di poter leggere i suoi pensieri, pur rendendomi conto di quanto sia difficile valutare un caso da poche righe. La ringrazio in anticipo e saluto molto cordialmente. Alice.

Cara Alice, dal racconto si evincono alcune considerazioni: la prima di carattere nevrotico, la seconda sessuale mancanza di desiderio. Prendo atto che c'è stata un'esperienza psicoterapica interrotta per prezzi esosi, difficoltà che esistono, ma esistono anche bravissimi professionisti, che umanamente percepiscono le difficoltà economiche e richiedono la parcella in funzione delle disponibilità del paziente e non del proprio interesse, questo sarebbe il vero modo di lavorare per chi si interessa delle problematiche psicologiche. La mancanza di desiderio è conseguente alle frustrazioni e all'educazione ricevuta nel periodo adolescenziale. Consiglio di consultare uno psicoterapeuta sessuologo che sia in coppia sia individuale può aiutare la coppia e la persona a superare le difficoltà esposte. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli )

Pubblicato in data 24/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

News Letters

0
condivisioni