Pubblicità

schiavo del sesso (48382)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 46 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Michele, 36anni (13.2.2002)

Sono sposato un figlio e un bel lavoro, ma non riesco a fare altro che penzare al sesso in modo ossessivo, quel poco tempo libero che ho lo spreco a masturbarmi e a fare cose strane, compro spesso materiale pornografico preferendo edicole gestite da donne, da quando ho l' accesso a internet da casa, pur volendo utilizzarlo in modo utile (avrei tanti interessi)non riesco a fare altro che andare sui siti erotici e scaricare immaggini. Nei rapporti con mia moglie o arivo esausto o talmente eccitato che raggiungo immediatamente l'eiaculazione. Sono stato anche da un psicologo ma dopo anni di psicoterapia alla fine mi ha consigliato di andare in un buon centro di sessuologia, ma nella mia citta' non cè. Non sò se con queste parole riesco a far capire quanto vivo male, vorrei godermi a pieno la mia famiglia, mio figlio. Premetto sono anche fortunato, ho una moglie aperta e comprensiva e senza particolri tabù, gli ho anche raccontato qualcosa ma non è servito a niente,sono stato anche dalle prostitute , ma ogni volta che prendo coraggio a fare qualcosa , come comperare materiale pornografico o andare a prostitute, invece che colmare iml mio desiderio e quindi calmarmi, prendo coragio e diventa un abitudine. Non sò cosa fare, datemi un consiglio .
Saluti e grazie.

Caro Michele (36 anni),la tua forma di dipendenza da una sessualità incontrollabile ha tutte le caratteristiche del disturbo ossessivo/compulsivo, da curarsi con le metodiche specialistiche della farmacoterapia e della psicoterapia associate insieme . Esistono dei Centri specializzati nel trattamento residenziale di questo disturbo (es. A Fiesole, presso Firenze). Perché ti suggerisco un rimedio così radicale? Perché se é vero che hai fatto anni di psicoterapia ( e io non posso dubitare della serietà e professionalità di chi ti ha avuto in trattamento) , làsciami avere qualche dubbio sull' opportunità di rivolgerti a un Centro di sessuologia. Non é la sessualità che va curata ma la componente ossessiva . Se la cosa arriva ai limiti invalidanti che descrivi... beh nessun sacrificio é troppo grave per ritrovare un equilibrio e una serenità così dolorosamente perdute.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

News Letters

0
condivisioni