Pubblicità

Sentimento (155880 )

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 50 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Simona, 38

 

Gentile Dottore,
sono una donna di 38 anni, sono sposata da qualche anno, e sto atrraversando un momento clu della mia vita che mi sta riportando molta confusione.
A priori Vi voglio dire che questa situazione mi è apparsa tante volte per alcune amiche, ma in particolar modo in questo ultimo periodo e desideravo avere maggiori chiarimenti per tutto questo, e non nascondo che da tutta la vita ho desiderato di essere un uomo.
Come vi ho detto ho 38 anni e mi sono invaghita sentimentalmente di una donna ,stiamo diventando molto amiche, non passa giorno che non ci sentiamo telefonicamente, durante l' arco della giornata ci inviamo almeno dalle 100 alle 200 e-mail , ci vediamo due volte alla settimana se tutto va bene e quando ci vediamo o per uscire insieme o per cenare insieme ad altre persone, stiamo vicine sempre, da tavola ci alziamo insieme, e tant' altro.
Mi sento invaghita o innamorata , perchè mi emana emozioni peggio di un uomo, le invio pensieri, emozioni, le dico spesso che mi manca ed altro, sento una forte attrazione fisica per lei e pensieri non del tutto di una semplice amicizia.
Non so che fare
Cortesemente aiutatemi a capire ho una confusione in testa.


Cara Simona,
le emozioni vanno vissute in tutta la sua interezza.
la relazione di coppia con il tuo partner può essere un po' stanca per varie motivazioni che dovrebbero essere analizzate profondamente per definire ciò che ancora vi tiene legati affettivamente e sentimentalmente.
Con l'amica hai parlato dei tuoi pensieri? Se no è importante parlarne con serenità e trasparenza poichè anche lei può avere le tue stesse infatuazioni e solo dopo puoi definire la vostra amicizia se deve avere una trasformazione più sentimentale.
Comunque ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a trovare la giusta dimensione esistenziale.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 26/09/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

News Letters

0
condivisioni