Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso (016912)

on . Postato in Sessualità | Letto 6 volte

Matteo, 31 anni

Salve, le espongo brevemente il mio problema: ho trentuno anni,sono un libero professionista, dall'età di 16 anni ho avuto grosse difficoltà a relazionarmi con le ragazze, per timidezza e senso di inadeguatezza. All'età di 20 anni mi è capitato un episodio che mi ha spinto a chiedere l'aiuto di uno psicologo, dovevo incontrarmi con una ragazza ed ero talmente agitato che la tensione si è manifestata con una grande debolezza (mancanza di energie) ed un senso di vomito, col tempo alcune crisi depressive mi hanno portato anche ad una progressiva anestesia sensoriale, è difficile spiegarlo, è come se mi fossi staccato fisicamente dal provare sensazioni per difendermi da questi continui stati di sofferenza e disagio.
Così è iniziato il mio percorso terapeutico, ho girato diversi specialisti e sperimentato varie tecniche di cura (analisi,psico-comp.,psico-corporeo), sempre con la massima applicazione e forza di volontà con una forte determinazione a risolvere i miei problemi.
Ma dopo tanti anni, non ho ancora risolto purtroppo, questa apatia e anestesia sessuale e con le ragazze è subentrato una sorta di indifferenza e rabbia. So che dovrei provare ancora, ma non so dove sbattere la testa e sinceramente sono anche un pò scoraggiato e diffidente ad iniziare ancora terapie psicologiche.
Tutto ciò naturalmente si riflette nella qualità del mio umore, del mio lavoro e del mio rapporto con gli altri. Credo che una ragazza sincera potrebbe aiutarmi, ho cercato come sempre di mettermi in gioco, a volte anche forzandomi, ma il risultato è sempre stato una mancanza di spinta, di desiderio e il ritorno di queste sensazioni di malessere e debolezza fisica. E' come se il mio fisico avesse deciso di staccarsi, o meglio di provare solo dolore. Vi chiedo un aiuto, un consiglio, non voglio rinunciare definitivamente a stare bene, sarebbe sopravvivere non vivere.

Caro Matteo, quando il problema non è facilmente individuabile e inquadrabile, non è cambiando tecnica d'intervento che si accede alla sua elaborazione, ma insistendo proprio in un approfondimento nella ricerca delle parti remote e invisibili del sè.
Devi riprendere una buona analisi che per essere adeguata deve spesso durare degli anni ed essere effettuata con un buon transfert con l'analista.
Tutto sommato il tuo sembra un movimento bloccato quasi di tipo depressivo, come se attraverso questa sorta di castrazione tu esprimessi una rabbia intensa e profonda, che non riesce ad avere altro binario di uscita e comunicazione.
Ricordati in ogni caso che il sintomo è sempre e comunque un linguaggio con un codice inconscio e simbolico. Nel tuo caso il codice attiene proprio ad un problema d'attaccamento.


( risponde la dott.ssa Lucia Daniela Bosa )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il decl...

News Letters