Pubblicità

Sesso (018497)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 32 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Valentina, 24 anni

Sto col mio ragazzo da 5 anni. Lui è l'unico che mi conosce veramente,con lui non mi vergogno di nulla. Il mio problema è che non riesco a fare sesso anale con lui da parecchio tempo. Non ne sono sicura ma credo da quando lui aveva preso una sbandata per un'altra. Le cose poi sono tornate a posto e ci siamo rimessi insieme. La nostra relazione dal punto di vista sessuale è molto appagante e gioiosa ma continuo a non voler avere rapporti anali e quando me lo chiede mi da molto fastidio. In realtà io vorrei farlo ma solo se sono io a prendere l'iniziativa. Credo che succeda perchè è una parte di me che ho "donato" solo a lui nella mia vita e dopo il suo tradimento non riesco a fidarmi di lui al 100%. Da alcuni mesi inoltre mi eccitano molto le donne e una sera ho baciato una ragazza bellissima. Vorrei avere dei rapporti sessuali con una ragazza ma non voglio rinunciare all'amore che provo per il mio uomo. Secondo voi che problemi ho?

Salve valentina, forse il suo problema in questo momento è la confusione rispetto al suo rapporto di coppia e verso questa nuova esperienza che sta vivendo.
E' quindi il caso se il suo problema persiste di pensare ad iniziare un percorso psico terapeutico, per quanto riguarda i rapporti anali che evita credo sia il sintomo di qualcosa che sta cambiando nella sua relazione.
Saluti.

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitament...

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

News Letters

0
condivisioni