Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso (069143)

on . Postato in Sessualità | Letto 10 volte

Sergio 18 anni, 3.01.2004

Salve, sono un ragazzo di 18 anni, sono fidanzato da 3 anni e ho un problema.
Quando ho provato per la prima volta a fare sesso con la mia ragazza, a causa dell'ansia da prestazione, al momento di mettere il preservativo il mio pene ha "ceduto".
A causa della paura di ripetermi, anche le tre volte successive è andato a finire come la prima volta.
Ora ho davvero tanta paura di ripetermi, e non voglio fare sesso per questo. Come posso risolvere il problema? Grazie della gentile attenzione. Sergio

Caro Sergio questo momento la paura dell'insuccesso ti impedisce di agire con naturalezza ma, se vuoi, puoi provare a metterti di nuovo in gioco.
Un'erezione persa non è la fine del mondo, come se ne va ritorna. Se tra te e la tua ragazza c'è una buona intimità e complicità una cosa che puoi fare, per prendere confidenza con le reazioni del tuo pene, è un esercizio che si chiama "stop- start".
L'esercizio consiste nel raggiungere l'erezione mediante stimolazione manuale da parte della partner. Raggiunta l'erezione, prima di raggiungere l'imminenza eiaculatoria, si interrompe la stimolazione fin quando il pene non perde gran parte dell'erezione e poi si ricomincia la stimolazione.
Questa operazione si ripete tre volte, la terza volta si può continuare fino a raggiungere l'orgasmo. Puoi ripetere questo esercizio per due tre settimane, poi puoi cominciare ad avere rapporti completi.
Questo dovrebbe aiutarti a non temere la scomparsa dell'erezione permettendoti di arrivare alla penetrazione in maniera più rilassata. Ti ricordo che per arrivare alla penetrazione con una buona erezione è sempre bene dare molto spazio ai preliminari.
Questo suggerimento se seguito con serenità potrebbe esserti d'aiuto ma se non ti senti in grado di metterlo in pratica ti consiglio di consultare uno psicosessuologo che è la persona deputata a risolvere questo tipo di sintomatologie.
Consultando il sito "psicologi italiani" puoi trovare lo specialista che fa al caso tuo. In genere i trattamenti di questo tipo hanno prognosi positiva e sono di breve durata. Auguri

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Personalità

“Esistono bisogni emotivi primitivi, esistono bisogni di evitare la punizione e di conservare il favore del gruppo sociale, esistono bisogni di mantenere l’armo...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni ...

News Letters