Pubblicità

Sesso (071976)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ophelia 22 anni, 22.04.2004

Ho 22 anni.1 anno fa mi sono lasciata con un ragazzo col quale sono stata x due anni e mezzo.da allora ho frequantato 2 ragazzi con i quali ho avuto rapporti.quello che ho notato è che con nessuno di loro sono riuscita a raggiungere l'orgasmo.
Il primo lo giustificavo pensando al fatto che nn provavo sentimenti forti per lui,avendo sempre considerato squallido il sesso senz'amore.
Ma per me era una sorta di fuga, dopo tanto tempo in cui mi sono sentita soffocata,nn per colpa del mio ex che era il classico ragazzo da sposare,ma per mie inquietitudini che nn mi permettevano mai di accontentarmi ,della vita in generale (devo dire che durante il fidanzamento sono stata male,mi provocavo ferite con il rasoio,e forse ero anche bulimica.poi la cosa si è risolta piano piano.
Ora nn ho problemi di peso perchè pur mangiando nn ingrasso per via del forte stress al quale sono sottoposta tra studio, lavoro di notte ecc-vita che ho scelto di fare proprio per pensare il meno possibile- e q uindi nn mi faccio più del male).ma per il secondo ho provato un forte trascinamento.sicuramente nn era amore perchè ci conoscevamo poco.
Ma cominciavo a provare qualcosa xlui e lo desideravo molto anche fisicamente.lui mi dava tanto e quindi nn credo che il blocco fosse dovuto da una mia insicurezza.poi la cosa da parte sua si è spenta,ci sono rimasta male,ma ho conosciuto un ragazzo che ha vent'anni e mi da tutte le certezze e le attenzioni che ho sempre desiderato.
Mi riempie di sq è quasi ossessivo, è geloso,e nn mi fa sentire mai sola, è presente anche quando nn è con me.ci desideriamo molto anche fisicamente.abbiamo fatto petting, ma quando stiamo per andare oltre io mi blocco.
Il piacere che provo durante i preliminari è fortissimo,e ho difficoltà a resistere,ma allo stesso tempo il fatto che sia riuscita a nn concedermi mi rende soddisfatta di me.ogni volta cghe lo vedo penso che quella sera sia la giusta ma poi mi blocco.ho paura do nn provare piacere con lui e di distruggere tutto.com e è successo con gli altri dove ilò sesso a fatto precipitare il rapporto,diventando la cosa più importante del rapporto e facendomi sentire squallida.spero in una vostra risposta,anche se capisco che ci sono casi più importanti e per qessto nn vi biasimerei per una vostra eventuale indifferenza. comunque vi ringrazio

Evidentemente in te è presente un conflitto tra due bisogni contrastanti: da una parte vuoi preservare qualcosa, un qualcosa di profondo che ti impedisce di abbandonarti (forse è qualcosa di razionale, un ragionamento logico sulle coseguenze, anche per non ricadere in dinamiche negative che hai già vissuto), dall'altra parte c'è qualcosa che invece ti spinge ad abbandonarti, un qualcosa di emotivo e fisico insieme.
Devi chiarire meglio questi due lati, approfondire queste parti di te e scegliere la cosa più giusta, quella che ti convince di più tra mente e cuore.
Una volta superato il dilemma ti sentirai più sicura e forse più matura: nelle scelte si rischia sempre qualcosa ma sono comunque esperienze di crescita.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

Coulrofobia

Il nome è difficile, quasi impossibile da pronunciare: coulrofobia. ...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

News Letters

0
condivisioni