Pubblicità

Sesso (072558)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 43 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Veronica 21 anni, 6.05.2004

Sono Veronica e da 4 anni ho una storia con Mirko.
Il nostro problema è che non riusciamo a fare l'amore,ci abbiamo provato e riprovato e adesso è davvero frustrante anche solo il pensiero di doverci provare.
Lui ha fatto delle visite,ma non è stato diagnosticato nulla di fisico,soltanto psicologico.
Per altri problemi familiari è stato seguito da uno psicologo per un po',ma il risultato è sempre lo stesso.
Adesso non c'è alcun desiderio sessuale da entrambe le parti,e a me fa tanta paura l'idea di non essere normale e come tutti i ragazzi della nostra età che hanno fatto questo tipo di esperienza.
Non credo che la colpa sia attribuibile soltanto ad uno,quindi, vergognandomi troppo per parlarne con amiche o altro, chiedo un vostro consiglio.
Noi ci vogliamo ancora bene e stiamo stupendamente insieme,ma la situazione si sta appesantendo troppo,troppo nervoso,troppe liti e credo che in parte, ciò sia dovuto a questa nostra mancanza di sesso.vi prego..ho un bisogno estremo di un consiglio.grazie.Veronica

Cara Veronica, come anche lei suppone innanzitutto dovremmo capire se il problema è esclusivamente di Mirko o della coppia, infatti mi ha detto che lui si è sottoposto a più visite ma senza nessun esito positivo.
Lei ha già effettuato una visita ginecologica per esempio?
In realtà l'origine di molti disturbi sessuali può essere di carattere psicologico, ma spesso sopratutto alle prime esperienze e quando si è molto giovani, una cattiva informazione e una eccessiva idealizzazione del rapporto sessuale può portare a degli impedimenti, mi spiego meglio: a volte volersi molto bene non basta per una buona intesa sessuale ma c'è bisogno anche di una conoscenza più intima dell'altro che forse voi in quattro anni ancora non siete riusciti a raggiungere.
Il mio consiglio è quello di approfondire l'eventuale presenza di una disfunzione erettile nel caso di Mirko e nel suo caso una visita ginecologica, qualora lei fosse vergine anche una chiaccherata con uno specialista potrebbe essere comunque utile per affrontare il problema, dopodichè potreste sottoporvi insieme ad una terapia sessuale di coppia per inquadrare meglio il problema, in questo modo sono sicura che ne uscirete presto, siete giovani e ancora affiatati magari avete solo bisogno superare questo ostacolo inziale.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

Transfert

Trasferimento sulla persona dell'analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente Il termine transfert dal latino “transfĕrre” - &lsqu...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

News Letters

0
condivisioni