Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso (076902)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 25 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Vitalba , 32 anni


Nello specifico il mio problema dipende dal fatto che per raggiungere l'orgasmo vaginale ho bisogno di una stimolazione diretta del clitoride.Come sappiamo è innata nell'individuo la propensione ad inserire tutto ciò che gli sta intorno all'interno di categorie culturali,per evitare il caos della vita, ma anche per identificare tutto ciò che può essere definito contaminate all'interno di un gruppo sociale.
Il mio ex compagno,un pò per insensibilità e un pò per ignoranza,mi ha fatto pesare moltissimo questo mio problema, perchè diceva che non ero una vera donna e anzi mi ha definita più volte una lesbica,facendo in modo che io cadessi in una profonda crisi di identità e di conseguenza depressiva!Un tunnel da cui per fortuna sto uscendo...ma il dubbio rimane...
sono una lesbica? Una bisessuale? La storia col mio ex è finita a Pasqua e da allora non ho avuto più un compagno per paura di sentirmi dire certe cose!Cosa devo fare nel momento in cui comincerò un'altra storia? Devo fingere che raggiungo l'orgasmo con la sola penetrazione o devo essere sincera fino in fondo e dire che ho bisogno della stimolazione diretta? Grazie in anticipo per la vostra risposta. Vitalba

Cara Vitalba se solo avessi avuto maggiore conoscenza della fisiologia dell'apparato sessuale femminile non avresti permesso ad una persona priva di qualsiasi tipo di conoscenza, almeno in questo campo, di farti sentire diversa. Per la donna i preliminari, durante il rapporto sessuale, sono importantissimi. Le donne, a differenza degli uomini, per raggiungere una buona eccitazione hanno bisogno di essere stimolate in modo adeguato e questo richiede del tempo. Nei preliminari, periodo nel quale i partners sono impegnati in giochi erotici, ma anche durante il rapporto è consuetudine che l'uomo stimoli la donna direttamente sul clitoride, la stimolazione può essere procurata manualmente, oralmente o con qualsiasi altro strumento che la coppia è abituata ad utilizzare; l'attivazione sensoriale che ne deriva introduce alla prima delle quattro fasi del ciclo di risposta sessuale che è la fase dell'eccitazione. A questo punto mi sembra superfluo farti qualsiasi tipo di rassicurazione se qualcuno aveva dei problemi, quel qualcuno, non eri certo tu.
Se ti è possibile cerca di leggere qualcosa che ti possa aiutare ad avere delle nozioni più precise in materia.
Auguri


Pubblicitla'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Suicidio (1529267882787)

chopperozzi15, 14     voglio tentare il suicidio entro il 20 ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

News Letters

0
condivisioni