Pubblicità

Sesso (076902)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 46 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Vitalba , 32 anni


Nello specifico il mio problema dipende dal fatto che per raggiungere l'orgasmo vaginale ho bisogno di una stimolazione diretta del clitoride.Come sappiamo è innata nell'individuo la propensione ad inserire tutto ciò che gli sta intorno all'interno di categorie culturali,per evitare il caos della vita, ma anche per identificare tutto ciò che può essere definito contaminate all'interno di un gruppo sociale.
Il mio ex compagno,un pò per insensibilità e un pò per ignoranza,mi ha fatto pesare moltissimo questo mio problema, perchè diceva che non ero una vera donna e anzi mi ha definita più volte una lesbica,facendo in modo che io cadessi in una profonda crisi di identità e di conseguenza depressiva!Un tunnel da cui per fortuna sto uscendo...ma il dubbio rimane...
sono una lesbica? Una bisessuale? La storia col mio ex è finita a Pasqua e da allora non ho avuto più un compagno per paura di sentirmi dire certe cose!Cosa devo fare nel momento in cui comincerò un'altra storia? Devo fingere che raggiungo l'orgasmo con la sola penetrazione o devo essere sincera fino in fondo e dire che ho bisogno della stimolazione diretta? Grazie in anticipo per la vostra risposta. Vitalba

Cara Vitalba se solo avessi avuto maggiore conoscenza della fisiologia dell'apparato sessuale femminile non avresti permesso ad una persona priva di qualsiasi tipo di conoscenza, almeno in questo campo, di farti sentire diversa. Per la donna i preliminari, durante il rapporto sessuale, sono importantissimi. Le donne, a differenza degli uomini, per raggiungere una buona eccitazione hanno bisogno di essere stimolate in modo adeguato e questo richiede del tempo. Nei preliminari, periodo nel quale i partners sono impegnati in giochi erotici, ma anche durante il rapporto è consuetudine che l'uomo stimoli la donna direttamente sul clitoride, la stimolazione può essere procurata manualmente, oralmente o con qualsiasi altro strumento che la coppia è abituata ad utilizzare; l'attivazione sensoriale che ne deriva introduce alla prima delle quattro fasi del ciclo di risposta sessuale che è la fase dell'eccitazione. A questo punto mi sembra superfluo farti qualsiasi tipo di rassicurazione se qualcuno aveva dei problemi, quel qualcuno, non eri certo tu.
Se ti è possibile cerca di leggere qualcosa che ti possa aiutare ad avere delle nozioni più precise in materia.
Auguri


Pubblicitla'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

News Letters

0
condivisioni