Pubblicità

Sesso (113775)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 39 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea 26

Salve, sono un ragazzo di 26 anni e da circa un mesee mezzo frequento una ragazza di 32 anni. Il nostro è un rapporto un pò ostacolato dalla mentalità dei miei genitori che vedono la differenza di età come un problema.. Fatto sta che dopo mille discussioni in casa mi è capitato di poter avere un rapporto sessuale soddisfacente una sola volta con questa ragazza, perchè tutte le altre volte non sono mai riuscito ad avere una erezione sufficiente. E' un problema nuovo per me, che non ho mai avuto e al quale sto dando un peso enorme anche perchè questa ragazza dice di non essersi mai trovata in una situazione del genere. Ora più che mai, ogni volta che proviamo, non riesco nemmeno ad eccitarmi... non perchè non mi attragga, ma non so nemmeno io il perchè.. sto solo perdendo stima in me stesso ed inizio ad avere paura che lei possa soddisfare i suoi bisogni fisici altrove.

Caro Andrea, un mese è veramente poco per osservare se c'è una buona sintonia sessuale: potrebbero esserci più concause (tra le quali il giudizio negativo dei tuoi genitori) a creare le basi della tua performance non soddisfacente. La soluzione di questo problema può trovare strada nell'accrescersi della conoscenza reciproca: certo è che potrai valutare il suo interesse nei tuoi confronti se capirà e ti aiuterà con dolcezza e non con affermazioni come quella fatta. Il sesso è una costruzione a due, non è una formula magica: gli incontri, i sentimenti, la passione creano step by step la complicità. Ovviamente se il tuo problema persistesse consulta un andrologo. Saluti.

(risponde la Dott.ssa Maristella Copia)

Pubblicato in data 16/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

News Letters

0
condivisioni