Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso (119965)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 26 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gerardina 30

Ho terribilmente paura di ciò che devo scrivere, ma se non lo faccio con qualcuno impazzisco. Da qualche anno ho la sensazione di aver subito qualche abuso da piccola, non ricordo niente, so solo che di fronte a un corpo nudo di bambini nudi mi sento a disagio. Anche quando sento una notizia di pedofilia, mi provoca un fastidio forte, interno. Ricordo che la mia masturbazione è cominciata da piccola ed ora che sono una donna, mi eccitano le situazioni in cui emulo, o anche solo la fantasia, di subire una violenza. Ultimamente però mi sta prendendo una fissazione atroce: il contatto fisico con bambine mi provoca un fastidio, allora ho pensato: "E se fossi pedofila?", e inizio a sforzarmi di pensare se qualcosa mi eccita, ma niente, anche se alla fine di una giornata in cui ho pensato come un'ossessione sempre a questa cosa, mi sento confusa. Ed ho paura. Non sono attratta dai bambini. Mai mi sono eccitata con il pensiero di un bambino/a. Anzi mi sono sempre chiesta come si possa fare una cosa del genere. Spero di ricevere presto risposta, perchè questa paura mi tormenta, giuro che se così fosse preferisco suicidarmi. Grazie.

Cara Gerardina, il quesito posto ha delle fasi psicologiche che occorrono una spiegazione e chiarimento, poichè i dubbi sopra elencati sono molti e richiedono un approfondimento, quindi il consiglio che posso darti è quello di intraprendere una psicoterapia psicodinamica per chiarirti i concetti sia sul tuo vissuto che su quello della pedofilia. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 13/06/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

News Letters

0
condivisioni