Pubblicità

Sesso (119965)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 44 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gerardina 30

Ho terribilmente paura di ciò che devo scrivere, ma se non lo faccio con qualcuno impazzisco. Da qualche anno ho la sensazione di aver subito qualche abuso da piccola, non ricordo niente, so solo che di fronte a un corpo nudo di bambini nudi mi sento a disagio. Anche quando sento una notizia di pedofilia, mi provoca un fastidio forte, interno. Ricordo che la mia masturbazione è cominciata da piccola ed ora che sono una donna, mi eccitano le situazioni in cui emulo, o anche solo la fantasia, di subire una violenza. Ultimamente però mi sta prendendo una fissazione atroce: il contatto fisico con bambine mi provoca un fastidio, allora ho pensato: "E se fossi pedofila?", e inizio a sforzarmi di pensare se qualcosa mi eccita, ma niente, anche se alla fine di una giornata in cui ho pensato come un'ossessione sempre a questa cosa, mi sento confusa. Ed ho paura. Non sono attratta dai bambini. Mai mi sono eccitata con il pensiero di un bambino/a. Anzi mi sono sempre chiesta come si possa fare una cosa del genere. Spero di ricevere presto risposta, perchè questa paura mi tormenta, giuro che se così fosse preferisco suicidarmi. Grazie.

Cara Gerardina, il quesito posto ha delle fasi psicologiche che occorrono una spiegazione e chiarimento, poichè i dubbi sopra elencati sono molti e richiedono un approfondimento, quindi il consiglio che posso darti è quello di intraprendere una psicoterapia psicodinamica per chiarirti i concetti sia sul tuo vissuto che su quello della pedofilia. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 13/06/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti co...

News Letters

0
condivisioni