Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso (127851)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 16 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Manuela 38

Vivo con il mio uomo una sessualità appagante, ci amiamo tantissimo e nonostante stiamo da tempo insieme, il nostro desiderio non cala mai. Ci organizziamo almeno una volta al mese, mandando dai parenti i figli, per passare un fine settimana a fare solo l'amore. La curiosità è la seguente, perchè dopo che arrivo all'orgasmo, mi succhio il pollice? Faccio un'espressione beata, come un'infante, il mio uomo mi guarda e sorride dice che sembro una bambina, alla fine sto a ciucciarmi sto pollice per molto tempo, fino a quando non mi sento calma e tranquilla. Perchè mi capita questo? Ripeto è solo una curiosità, ma vorrei capire il risvolto psicologico di questo mio comportamento! Grazie

Cara Manuela, la storia descritta mette in evidenza come una coppia può programmare dei fine settimana solo per loro e ciò risulta molto utile non solo per ritrovare un attimo di serenità, ma soprattutto per rimanere in intimità senza nessuna preoccupazione di invasione figli, il che è positivo. Per quanto riguarda il pollice dopo l'orgasmo e ritrovare la tranquillità è una regressione che riporta a momenti dove si trova la serenità e la tranquillità cioè quando sperimentiamo appena nati l'allattamento con il conseguente ciuccio che è un appagamento orale. Auguri

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 06/11/08 Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Paura di stare soli (153061543…

Alice, 25     Buongiorno, tra qualche mese andrò a convivere con il mio ragazzo ma quando ci penso non riesco a stare tranquilla. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni