Pubblicità

Sesso (127851)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 396 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Manuela 38

Vivo con il mio uomo una sessualità appagante, ci amiamo tantissimo e nonostante stiamo da tempo insieme, il nostro desiderio non cala mai. Ci organizziamo almeno una volta al mese, mandando dai parenti i figli, per passare un fine settimana a fare solo l'amore. La curiosità è la seguente, perchè dopo che arrivo all'orgasmo, mi succhio il pollice? Faccio un'espressione beata, come un'infante, il mio uomo mi guarda e sorride dice che sembro una bambina, alla fine sto a ciucciarmi sto pollice per molto tempo, fino a quando non mi sento calma e tranquilla. Perchè mi capita questo? Ripeto è solo una curiosità, ma vorrei capire il risvolto psicologico di questo mio comportamento! Grazie

Cara Manuela, la storia descritta mette in evidenza come una coppia può programmare dei fine settimana solo per loro e ciò risulta molto utile non solo per ritrovare un attimo di serenità, ma soprattutto per rimanere in intimità senza nessuna preoccupazione di invasione figli, il che è positivo. Per quanto riguarda il pollice dopo l'orgasmo e ritrovare la tranquillità è una regressione che riporta a momenti dove si trova la serenità e la tranquillità cioè quando sperimentiamo appena nati l'allattamento con il conseguente ciuccio che è un appagamento orale. Auguri

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 06/11/08 Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters

0
condivisioni