Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso Coniugale (162973)

on . Postato in Sessualità | Letto 17 volte

Silvio, 31

 

Gentile Dottore,
buona sera, sono un uomo di 31 anni sposato da 5 con una donna di 25 e con un figlio di quasi 4.
Con mia moglie prima del matrimonio andava tutto bene, a livello sessuale mi faceva impazzire, mi cercava in ogni momento, voleva farlo in continuazione...dopo il matrimonio e durante la gravidanza continuava a cercarmi e non mi ha mai rifiutato, anzi negli ultimi mesi di gravidanza ero io a rifiutare qualche volte per paura del feto.
Ad oggi il problema è l'’opposto: se non mi avvicino io lei non mi pensa proprio. All'’inizio pensavo che era per il bambino, ma invece da un paio di anni mi sono reso conto che non so cosa abbia.
Il bimbo lo lascia a me e lei esce con le amiche, quando torna è sempre stanca, se insisto si lamenta che penso sempre al sesso. Ad oggi abbiamo la media di una al mese ma solo perché lo chiedo e mi dà il contentino.
Cerco di farglielo capire in tutti i modi, le ho anche spiegato che per me è importante, ma niente.
Mi ha chiesto di non stressarla perché più lo chiedevo e più le dava fastidio. Per tre mesi non ho detto niente e per tre mesi non ho avuto rapporti. Se mi avvicino mi allontana perché sono un porco, però quando vuole i massaggi mi cerca premettendo che però è stanca per fare l'’amore.
Tenete presente che comunque tutte le rare volte che abbiamo un rapporto raggiunge l'’orgasmo, quindi è appagata.
Aiutatemi non so più cosa fare

Caro Silvio,
penso che necessiti riflettere sulle motivazioni da te descritte, poichè alcuni punti psicologici non sono chiari.
La moglie ha cambiato compotamento, e nel tempo può darsi, ma da troppo a niente senza dubbio qualche problemino psicologico occorre chiarirlo, non tanto per la frequenza ma per la mancanza di desiderio e per l'intolleranza che prova nell'avvicinarsi.
Consiglio una terapia di coppia che può iniziare con entrambi e se il terapeuta ritiene necessario anche individualmente questo per dare una trasparenza a ciò che hai decsritto.
Auguri

 

(Risponde il Dott.Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 03/07/2013

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

News Letters