Pubblicità

sesso e coppia (42516)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 174 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carmen, 24anni (29.8.2001)

Salve, volevo sapere come posso fare a liberarmi ...da quando ho cominciato ad avere rapporti con il mio ragazzo è iniziato un periodo di incubi notturni... non frequenti, i miei sogni sembravano dei film horror con presenze demoniache spiriti maligni... riuscivo a liberarmi da questi con l'Ave Maria, in realtà è la preghiera che più mi tranquillizza. Da premettere che è la mia prima vera storia, ho sempre avuto timore degli uomini, in realtà del temuto Lupo di Cappuccetto Rosso, ma io con il mio ragazzo mi trovo bene... penso di volergli molto bene solo che dopo questi incubi mi risveglio angosciata e con la necessità di dormire con la luce accesa
Aspettando un vostro riscontro vi porgo i miei più cordiali saluti

Cara Carmen capire il perché dei tuoi incubi è abbastanza difficile, le informazioni che fornisci sono insufficienti ad inquadrare il problema. Hai fatto cenno alla paura che nutri nei confronti degli uomini, senza però aggiungere elementi illuminanti per azzardare una qualche ipotesi riferita all'emozione negativa che ti suscitano. C'è stato un episodio preciso nella tua vita che può aver determinato questa paura o è frutto di un'educazione sessuofobica? La necessità di pregare, che ti prende subito dopo un incubo, mi fa ipotizzare che stai vivendo l'esperienza sessuale come qualcosa di molto sporco e peccaminoso. Ancora non sei riuscita ad accettare l'idea che un sentimento emotivo tanto forte e spirituale si possa mescolare a sensazioni altrettanto forti e belle che provengono dallo stare insieme fisicamente. In una relazione è importante che questi due aspetti, entrambi fondamentali, siano complementari.Cerca di essre più serena. Auguri.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

News Letters

0
condivisioni