Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso e d'intorni (105082)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 22 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Verlaine 22

Salve... in effetti non so, e ciò è molto imbarazante per me, come esporre il mio problema anche perchè non so se si tratta di un vero problema. Comunque ci proverò: sono un ragazzo di 22 anni, timido, timidissimo, parlo pochissimo, immaginerete che ho molte difficoltà nel socializzare e conoscere nuova gente anche se mi piacerebbe molto. Infatti, non a caso, in 22 anni ho avuto una sola ragazza (circa due anni fa), e solo con lei mi son baciato (quindi a 20 anni il mio primo bacio) ed ho avuto il mio primo rapporto sessuale (ormai con lei ho chiuso). Ciò già mi fa pensare che non sia tanto normale. Ma il problema, i miei dubbi sono altri: considerando la mia scarsa esperienza con le ragazze in tutti questi anni ho praticato e pratico tutt'ora la masturbazione. Sapendo che sia una cosa normale masturbarsi i miei dubbi si infittiscono considerando che mi masturbo anche 3-4 volte al giorno, poi è più di un anno che mi masturbo anche pensando ai ragazzi (anche se con loro è diverso, non mi attirano fisicamente, vedendoli per strada per esempio, come vengo attratto dalle ragazze ma solo pensando al pene, cioè al sesso in se. Spero di essermi spiegato). In piu' devo informarvi che ultimamente (circa 4-5 mesi) frequento regolarmente chat-video in cui vedo ragazzi e ragazze con conseguenti masturbazioni. Quindi vi chiedo: innanzitutto ciò mi porta a pensare che io sia bisessuale? (comunque non ho mai avuto rapporti reali con ragazzi) o per capire realmente se sia anche gay o meno dovrei provare realmente? Poi il fatto che mi masturbo cosi' tanto, aiutandomi guardando e frequentando abitualmente le chat (e considerando che realmente non faccio sesso) puo' essere una forma di pervesione o qualche malattia psichica, depravazione che comunque attesti che io non sia normale? La mia paura piu' grande è che se oggi mi eccito o penso di farlo con ragazzi, un giorno potrebbe portarmi per esempio ad un piacere verso i ragazzini? (Ciò sarebbe disumano credo, preferirei davvero il suicidio) Penso a questo perchè fino a 2-3 anni mi disgustava al solo pensiero di farlo con un ragazzo e poi ho scoperto che mi piace. O in fondo era solo una cosa che già avevo dentro di me? E' una cosa che devo solo accettare? Comunque mi chiedo.. c'è un limite? Sono perverso? Depravato? Scusatemi per le tante domande, dubbi ma sono molto confuso e non nascondo che ho paura. Sperando che mi rispondiate al più presto possibile dandomi qualche aiuto, consiglio vi ringrazio anticipatamente.

Caro Verlaine, partendo da una costatazione di fatto che l'omosessualità è latente in tutti noi, la tua descrizione dimostra che nei tuoi pensieri c'è un po di confusione, la normalità se cosi vogliamo chiamarla ha una tolleranza molto ampia 49% poichè è normale chi vive al 51% di ciò che riteniamo in sintonia con l'umanità. Le domande poste per risolverle necessitano di un approfondimento ulteriore che solo uno psicologo psicoterapeuta può darti quindi consiglio di consultarlo per ottenere le risposte che stai cercando.

(risponde Il dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 22/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters

0
condivisioni