Pubblicità

Sesso e rapporto (117858)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 80 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Emanuele 27

Sono un giovane professionista di 27 anni, mi ritengo una persona libera, piacevole e serena, ho avuto un'infanzia lunga e luminosa, e sono fondamentalmente pieno di energie sia per il mio lavoro che nel privato. Convivo da qualche mese con la mia ragazza, straniera, con cui sto da ormai due anni e che è stata la mia unica partner sessuale. Nonostante le diversità di carattere (io piuttosto "impavido", intraprendente e estroverso, lei un po' più riflessiva, pensierosa e decisamente introversa) il nostro rapporto è ricco di momenti di intesa e felicità, anche se non privo di insicurezze e di un po' di incertezza sul futuro (visto anche che siamo di due paesi diversi), ma sono convinto di volerlo portare avanti per qualcosa di bello e serio. Sono convinto di amarla molto, ma nell'ultimo periodo sono diventato - io che pure non sono mai "impazzito" solo per il sesso - molto curioso di nuove esperienze/incontri puramente sessuali, solo per il gusto di poter concludere un atto di puro piacere. Finora non ho mai ceduto e, nel profondo, non voglio tradire la mia ragazza, ma penso sempre più spesso che potrei arrivare addirittura a pagare una escort per "consumare" l'atto con una creatura da copertina, come il più vile dei maschi assetati di piacere. Finora non l'ho mai fatto, ma mi chiedo se questo sia un semplice bisogno psicofisico comprensibile per la mia età o se possa significare che il mio rapporto si è inevitabilmente "spento". Vorrei a tutti i costi provare a fare sesso senza amore, per il gusto di provare, appunto. Non so se arriverò mai a compiere quello che ho in mente, ma l'idea certo mi alletta e mi turba. Io sono stato sempre molto indipendente, deciso, sicuro, ma quando ho avuto bisogno di aiuto l'ho sempre chiesto e trovato (famiglia, amici, etc...): ora, secondo il vostro parere personale e professionale, ne ho bisogno? Grazie per la vostra risposta, Emmanuele.

Caro Emmanuele, la fantasia maschile è molto differente da quella femminile e quello di avere rapporti con più donne è naturale nel maschi, ma tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare. Io sostengo che se in una coppia stabile, quale è la tua, almeno dalla descrizione, ci sono gli ingredienti per la stima, la fiducia reciproca, l'amore e il sentimento, non c'è altra figura che possa entrare a inquinare il vostro rapporto. La domanda da porsi non è se essere di paesi diversi possa influire, ma se sono o siamo innamorati e ancora c'è attrazione. Il consiglio che posso dare per avere la serenità giusta e prendere decisioni in merito è quello di sottoporsi a psicoterapia e non aver furia di interromperla, poichè un buon psicoterapeuta non può sapere quando una terapia finisce, tutto dipende dal contratto terapeutico stipulato, diffida da chi afferma che in due o tre sedute può risolverti i problemi. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 26/04/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

News Letters

0
condivisioni