Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso, la prima volta (111911)

on . Postato in Sessualità | Letto 11 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Michele 24

Salve, ho bisogno di un consiglio, ne ho bisogno in un modo disperato, ho dei gravissimi dilemmi e non riesco a confidarmi con nessuno. Premessa, purtroppo abito in un paesino in provincia di Cagliari, sono un ragazzo di 24 anni ancora vergine, non riesco nemmeno a dirlo, non ho mai "toccato", baciato, una ragazza. Ho avuto nella mia adolescenza gravissimi problemi, come la morte dei miei genitori, non ho mai conosciuto mio padre, ho visto morire mia madre di cancro quando avevo 15 anni e non sono mai stato considerato o consolato da nessuna ragazza o amico, anzi i miei amici ed amiche avevano fatto una festa di compleanno proprio il giorno del funerale di mia madre... Da ragazzino, poi, avevo tantissimi brufoli, i miei amici ed amiche mi rinfacciavano di averne più di cento; tutte queste cose fanno sentire a disagio ed io, persona già molto sensibile, soffrivo molto. Chiunque mi guardava lo faceva con imbarazzo e spavento per via del mio viso tempestato dall'acne, ma ora devo dire che crescendo sono diventato un bel ragazzo, simile ad un personaggio di Michelangelo e talvolta quando cammino per strada noto ora degli apprezzamenti. Ho in più avuto un problema andrologico che aumentava i miei sensi di vergogna, non potevo aver nessun rapporto sessuale e non sono mai riuscito a confidarmi con nessuno, trovo le persone attorno a me stupide e provinciali, insensibili ed infantili, potevo risolvere il problema solo con un operazione che ho fatto a 23 anni, era una corporoplastica di raddrizzameto.. Ora sono a posto, non ho più problemi a livello andrologico, ma non riesco ad aprirmi con nessuno, il fatto è che ho tanto bisogno d'amore, ma non riesco a conoscere nessuna ragazza, quando me ne trovo una vicino a me scappo, sprecando così tantissime occasioni. Mi vergogno di me stesso e del mio passato che mi schiaccia. Ho bisogno di una ragazza che mi ami. Ho bisogno di uscire da questa mia situazione, non riesco ad avvicinarmi a nessuna, anzi, scappo quando una ragazza è vicino a me, anche se sento il bisogno d'amore; ho pensato di chiamare una ragazza squillo e di perdere la mia verginità in questo modo, così potrò finalmente avere una ragazza tra le braccia, sentire il suo profumo, la sua morbidezza, essere coccolato da lei, avere un rapporto sessuale e magari finalmente cambiare. Ho degli istinti sessuali repressi da sempre che voglio liberare, forse solo così riuscirò a liberarmi. Mai potuto baciare una ragazza, mai sfiorato una donna.. Vorrei farvi questa domanda: faccio bene a fare la mia prima volta proprio con una squillo o escort?

Caro Michele, il primo rapporto è sempre un momento importante nella vita di un giovane, decidere freddamente di averlo con una squillo per evitare l'imbarazzo di dover dichiarare la propria verginità potrebbe creartene di peggiori. Il suggerimento è quello di smetterla di considerarlo un marchio infamante, i giovani che arrivano alla tua età, ed oltre, senza aver avuto esperienze sessuali sono molti. Quando avrai individuato una ragazza che ti piace corteggiala senza preoccuparti di essere goffo, se le interessi non ti rifiuterà, nè per la tua goffaggine, nè per il fatto di essere alla tua prima esperienza. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 25/01/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una conc...

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

News Letters